Coppa Davis 2017: Dixième. La Francia batte il Belgio e vince la 10a insalatiera della sua storia

Posted on 27 novembre 2017

 

L’anno delle “decime” non poteva non finire con una decima. Monte Carlo, Barcellona, Parigi e Lille sono 4 città del poker di 10 punto cardine della stagione 2017.

“C’est fini. L’Équipe de France est champion du monde!” Gridava Thierry Roland dopo che la Francia aveva distrutto il Brasile in una finale senza storia allo Stadio Saint-Denis. Allora il protagonista fu Zidane, ma senza testata. Anzi una c’è, due, quelle che impallinarono Taffarel. Si potrebbe usare la stessa epica, la stessa retorica di allora, ma non possiamo. La Francia è sì campione del mondo per la 10a volta ma lo fa in sordina, in una finale senza storia dove tutto è andato come doveva andare. Strano il destino dello sport e del tennis. L’anno scorso in Croazia tutto andò esattamente all’opposto di come doveva andare, oggi invece tutto l’inverso. Non ci sono sorprese a Lille e i galletti possono finalmente festeggiare il 10° trionfo a 16 anni di distanza dall’ultimo del 2001. Quello del 2017 non è un trionfo che riscatta una sola annata, ma è piuttosto una redemption delle tante batoste che sono stati costretti a subire le blues. I transalpini hanno una grandissima tradizione riguardo la coppa ad insalatiera. La vinsero per la prima volta nel 1927 quando a Philadelphia riuscirono a battere gli invincibili americani guidati da Bill Tilden. I francesi mantennero quella coppa per 6 edizioni creando un mito senza tempo sintetizzato nella formula: quatre mousquetaires. Dopo quello splendido filotto tutto il popolo francese dovette aspettare il 1991 per alzare al cielo l’insalatiera. Un’attesa troppo lunga per una scuola così prestigiosa. Ci sono state anche le repliche nel 1998 e nel 2001 con la famosa sconfitta di Hewitt nella Rod Laver Arena contro Escudè, eroe di quella finale che batté nel 5° rubber Wayne Arthurs. Bene le vittorie, ma ora è il tempo delle batoste. La più grave è senza dubbio quella del 2002 dove in Palais Omnisports de Paris-Bercy riempito di terra battuta e popolo inneggiante alla Marsigliese Paul-Henri Mathieu riuscì a farsi rimontare 2 set di vantaggio da Mikhail Youzhny, che allora era un signor tennista, ma mai un vero e proprio top player. Anche sul cemento indoor della Belgrade Arena c’è il sangue dei galletti incapaci di dare la zampata decisiva dopo essere stati avanti 2 a 1 alla fine della seconda giornata. Però allora c’era Djokovic che da lì a poco sarebbe diventato RoboNole. C’è anche la disfatta del 2014 che portò a Federer l’unica insalatiera della carriera. Allora si parlò di tattica sbagliata, e di superficie sbagliata. Però, c’è poco da recriminare. Straordinaria fu la vittoria di Gael Monfils contro Federer, ancora con i dolori alla schiena, ma la Svizzera aveva un Sancho Panza d’eccezione, tale Stan Wawrinka.

Yannick Noah, già vincitore come capitano nel 1991 e nel 1996, ma mai come giocatore, è riuscito a rincollare i cocci di un vaso rotto quale era la formazione francese. Ha avuto carta bianca, ed è riuscito nel suo intento. Ha rischiato il minimo, ma ha rischiato. La decisione più importante dell’anno è stata quella di schierare Gasquet al posto di Mahut nel doppio. Molto probabilmente Nicolas non era al meglio, ma che azzardo! Certamente il Gullit del tennis è stato agevolato dal capitano belga che ha schierato 2 scappati di casa quali Bemelmans e Loore. Evidentemente sperava nei 2 singolari di domenica e non ha schierato Goffin nel doppio. Con il senno di poi è facile parlare. Goffin doveva vincere i 2 singolari e l’ha fatto alla grande. Chiedere di giocare un doppio con chissà quale giocatore sarebbe stato un azzardo troppo grande, ricordando sempre che David non sa neanche come si gioca in 2.

Il dovere di cronaca ci impone di parlare del tie. Che dire? Se 4 partite su 5 finiscono al 3° set c’è poco da descrivere. L’unica nota positiva di questa finale è l’aver trovato un grande Goffin che è riuscito a dimostrare tutto il suo potenziale e anche qualcosa in più di quello che ci si potesse aspettare. David è in grande spolvero. Ha tirato fuori un servizio che mai si era visto in carriera e ha demolito prima il pulcino Pouille, e fino a qui ci poteva stare. Sappiamo benissimo che Lucas ha disputato una pessima stagione in base alle aspettative redenta solo in piccola parte dal successo a Vienna. Ha demolito poi Tsonga, e sta qui il salto di qualità. -In passato nessuno avrebbe avuto dubbi su dove puntare il cent in una ipotetica sfida tra Mohammed Ali e L’Hobbit di Roucourt. Invece nella terza giornata il piccoletto ha fatto man bassa del ben più fisicato avversario. Numeri alla mano ci si poteva aspettare una sconfitta di Jo, ma non così netta e senza possibilità di replica. Infatti Tsonga è l’unico parzialmente deluso di questa storica giornata per il tennis francese. La sconfitta gli brucia, anche se è mitigata dalla vittoria finale che non è importante, ma è l’unica cosa che conta. Jo ha però fatto il suo dovere nella prima giornata quando ha sconfitto Steve Darcis, manco a dirlo, in 3 set. E’ lo squalo la vera delusione di questo tie. Se il Belgio era qui a Lille a giocarsi per la terza volta nella sua storia l’insalatiera è tutto merito suo. E’ stato lui a battere Zverev a febbraio, anche se Sasha ancora non era il vero Sasha e lo sarebbe diventato da lì a posto nella Città Eterna. Tutti i pronostici del primo turno erano a favore dei tedeschi dei gemelli diversi, ma Steve ha girato le carte in tavola battendo prima Philipp Kohlschreiber e il già citato Zverev. Avrebbe preferito finire sotto un camion piuttosto che prendere una ripassata così severa da Pouille. Era un 5° rubber decisivo, il 26° della storia della manifestazione ed è stata la NON partita per ecccellenza, forse la più importante non partita del 2017 dopo Mischa Zverev contro Federer agli Australian Open. Ci sono stati ben 7 break tutti a favore del Pulcino che ha preso a pallate il suo avversario, inerme e quasi fuori contesto. I francesi, anche se non lo diranno mai, temevano che Lucas potesse chokare, però va dato merito al numero 18 del mondo di non aver sbagliato niente. Preciso, deciso e ferale. Il resto l’ha fatto lo Squalo che ha commesso 32 unforced.

Si potrebbe parlare del doppio, dove forse c’è stata maggiore incertezza. L’incertezza però non era sul risultato finale piuttosto nel vedere Gasquetta cimentarsi in un doppio che non gli appartiene, con la pressione addosso di una Nazione che non perdona. Non ha figurato male Richard, ma in questi casi è ancora il Belgio ad essere andato sotto le aspettative. Non c’era da aspettarsi chissà cosa, però almeno avere la testa nella partita era il minimo. Così non è stato, almeno nel primo set. Il Belgio si sveglia tardi e fa in tempo a vincere solo il secondo set. E’ stato questo l’unico momento in cui il popolo in rosso ci ha creduto. Lo Stade Pierre Mauroy per un momento ha visto prevalere il tifo dei cugini e c’è stato un attimo di smarrimento che poi è svanito con la vittoria del tiebreak del terzo. C’è un’altra piccola occasione nel quarto, ma Bemelmans e Loore sprecano, si fanno brekkare nel 7° gioco a dopo 3 ore e 3 minuti finisce il doppio, che in Davis è sempre il match perno che fa girare da una parte o dall’altra tutto il tie.

Purtroppo la Rédemption della Francia passa per una competizione che mai come quest’anno ha avuto le defezioni dei migliori. Il dato sconcertante è che i transalpini hanno vinto l’insalatiera senza mai battere un Top 40. Tolti di mezzo Djokovic, Murray, Wawrinka, Raonic e Nishikori per infortunio, Federer e Nadal per scelta rimane ben poco nel paniere del tennis che annovera ormai tanti e tanti giocatori che hanno in casa la riproduzione dell’insalatiera, e, come se fosse una conseguenza logica-deduttiva, non partecipano più alla competizione. Ogni tanto qualcuno si fa avanti per salvare la propria squadra oppure per collezionare le presenze necessarie per le prossime Olimpiadi. Stop. Per quanto Haggerty e tutta l’intellighenzia dell’ITF si scervelli per trovare una soluzione, la soluzione non esiste, almeno nel breve periodo. Intanto in Vietnam Il presidente della Federazione Internazionale ha ricevuto una sonora sconfitta quando tutte le sue riforme sono state cassate. Non si sa perché. Si spera che sia stato il buon senso a spingere i votanti ad andare verso questa direzione, piuttosto che i soliti giochi di potere che tanto male fanno allo sport. La soluzione c’è, ed è il tempo. Bisogna aspettare che i vecchi top player si estinguano facendo così emergere i nuovi che certamente non lesineranno il loro impegno per vincere la Davis, anche se solo per una volta e non per tutta la vita. Haggerty venderebbe l’anima al diavolo per vedere Federer giocare anche un solo rubber, ma se Roger centellina le sue forze per prolungare la sua carriera figuriamoci se perde tempo a preparare una competizione che non aggiungerebbe niente alla sua già abbondantemente leggendaria carriera. Lo stesso fa Nadal che ha saltato la sfida con la Serbia in cui i migliori fan dello sport tennis avrebbero gradito una super-sfida tra il maiorchino e il serbo già avvenuta nel 2009. Una sfida sulla terra battuta, ergo senza storia. Un giorno Zverev, Dimitrov, Rublev, Shapovalov, Tiafoe e Tsisitas vinceranno Slam a grappoli e saranno loro ad animare una manifestazione che ogni anno rinnova le solite polemiche, ma che nonostante tutto rimane sempre e comunque la più antica manifestazioni a squadre nazionali che si disputa ancora oggi.

991 Responses to “Coppa Davis 2017: Dixième. La Francia batte il Belgio e vince la 10a insalatiera della sua storia”

  1. Lollo-Il bel giuoco ha detto:

    AVE.
    Peccato Squalo, egregio Toppe

  2. Sndrin. Facili WTF e GS18 easy ha detto:

    Bene così, avanti insieme

  3. Salvatore ha detto:

    Voti per la finale:
    Francia 9 , Noah 9, Tsonga 7, Pouille 7, Herbert 7, Gasquet e gli altri 4 del gruppo 6.5.
    Belgio 7 ( 8.5 per l’annata), VanHerck 6, Goffin 10, De Loore 6.5, Bemelmans 5.5, Darcis 3 (7.5 per l’annata).
    DavisCup 10 e lode, Haggerty e gli apprendisti stregoni che la vorrebbero cambiare in peggio: 0.
    ITF e Atp che non si accordano per dare punti Ranking alla Davis: Zero.
    Editoriali di Top: ottimo.
    Podio del Fantatennis 2017, NoMercy-Mosso-Salvatore: eccellente.
    Periodo di pausa da TML di Salvatore: 30 giorni.
    Arrivedoooorci!

  4. Il Generale ha detto:

    Esonerato Montella!!!

      • SaveMarat ha detto:

        La cosa migliore che vi potesse capitare. Un brutto giorno per noi cugini. Ciao caro!

        • Il Generale ha detto:

          Mah boh, ci può stare il cambio ma mi lascia un po’ perplesso la scelta di ringhio, che ricorda un po’ quelle di Seedorf e Inzaghi. Magari ottimi allenatori, in prospettiva, ma bruciati dal dover salvare la baracca. Ciaooo!

      • Zio Gustav ha detto:

        Bella stronzata. Se si aspettano di fare meglio con Gattuso stanno freschi

      • Zio Gustav ha detto:

        Con questa squadra Conte può arrivare a un buon quinto posto

      • Lleyton ha detto:

        Perché Conte dovrebbe umiliarsi in questo modo.
        E’ entrato nel giro che conta, col cavolo che torna ad allenare in un campionatello pezzente come la serie A.
        E soprattutto una squadra che se si qualifica per l’Europa League è oro che cola.

        • wally19 - BEL20VE ha detto:

          Torniamo sempre al solito discorso: è tutta una questione di soldoni e quindi molto dipenderebbe dal cachet offerto

          • Zio Gustav ha detto:

            Al momento non credo che sia il caso, se il Milan è furbo. Conte lo chiami se puoi puntare allo scudetto, al momento dovrebbero cambiare innanzitutto 4-5 giocatori, ciò vuol dire che anche l’anno prossimo sarà stravolta la squadra, che poi è il motivo per cui Montella ha fatto male. Poi vabbè, è entrato in confusione anche lui, ma essenzialmente non era lui il problema.

          • wally19 - BEL20VE ha detto:

            Ma penso che investire in Conte dovrebbe essere un aspetto di un aggiornamento più globale anche della squadra. Non dimentichiamo che Conte con la nostra Nazionale scassata ha fatto miracoli

          • Zio Gustav ha detto:

            Ma ha fatto miracoli tirando fuori il massimo dai giocatori mediocri che ha messo in campo, certo non ha fatto raggiungere loro cose che non poteva ottenere. Poi onestamente ai mondiali ha giocato una gran partita con una Spagna e ok, bravo lui, ma per il resto gli è andata di lusso, il Belgio sprecò l’impossibile e con Svezia e Irlanda si vide una nazionale che definire pessima è praticamente un complimento.

          • Lleyton ha detto:

            Se sei uno degli allenatori più quotati del mondo devi ragionare anche sul lungo termine.
            Conte è giovane, più si fa un grande curriculum adesso, nei campionati che contano (anche rinunciando a qualche milioncino extra) più potrà allenare squadre prestigiose (e quindi guadagnare di più) in futuro.
            Infognarsi con questo milan cessoso non mi pare una grande idea.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ma sì, in fondo lui può ambire a PSG, Bayern, forse perfino Real Madrid. Non ha senso per lui una squadra come il Milan

      • Il Generale ha detto:

        Bè sarebbe un sogno.

  5. Zio Gustav ha detto:

    Buongiorno, bell’articolo. Peccato per Darcis, ma il Belgio se l’è giocata fino alla fine dimostrando che questa finale era tutt’altro che scontata. Con un po’ di esperienza in più in doppio poteva andare diversamente

  6. wally19 - BEL20VE ha detto:

    Buongiorno.

  7. Lleyton ha detto:

    La soluzione per salvare la Davis è semplicissima, e prende le mosse da due verità banali:
    1) la davis non è più prestigiosa come un tempo; in molti ci tengono a vincerla, certo, ma non come una volta e come ben dice top non si punta a collezionarne il più possibile: vinta una volta, è più che sufficiente;
    2) i top player non hanno nessun problema di calendario o format: sono tutti CAZZATE INVERECONDE. I top player vanno dove danno punti e, soprattutto, soldi.

    1)+2) = la Davis può sopravvivere (ma non vivere e prosperare) di solo prestigio. Stravolgere date e formati non serve a una minchia. Basterebbe introdurre un montepremi bello sostanzioso (e, a fare le cose bene, garantire dei punti atp) e la Davis tornerà a splendere come non mai.
    Garantito 100%.

    • Yuppie Doo ha detto:

      Garantito come ieri che doveva vincere Jo? 😀

      • Zio Gustav ha detto:

        Solo chi non aveva visto nulla di quest’anno poteva ritenere favorito Tsonga, poi che se la potesse giocare era un altro paio di maniche

      • Lleyton ha detto:

        Deve vincerla =/= vincerà.
        Era un imperativo morale.
        Giocatore più esperto, complessivamente più forte, alla sua ultima grande occasione, sul 2-1 a favore.
        Jo DOVEVA fare di più, doveva tirare fuori una grande prestazione, far valere il fatto che lui è stato un campione e Goffin ancora no.

        Poi ovvio che era favorito Goffin statisticamente, Goffin sta giocando bene e ciccionga di base fa schifo da un paio d’anni a questa parte.

        • Zio Gustav ha detto:

          Aspetta un momento, sono d’accordo che Tsonga sia complessivamente un giocatore migliore di Goffin, ma o sono campioni entrambi o non lo è nessuno dei due, non stiamo parlando di giocatori di categoria differente.

          • SuperTatotatotato ha detto:

            Si posizionano nella stessa categoria, ma il francese è ormai in calo e sappiamo già tutto di lui , il belga è invece in sorprendente ascesa e complice l’Età di Mezzo potrebbe addirittura concludere una carriera tutt’altro che meno vincente di Tsonga.

          • Zio Gustav ha detto:

            La possibilità ce l’ha. Tsonga è chiaramente finito da un paio di anni, questa Davis è il giusto premio per una carriera che ha avuto dei picchi anche qualitativi allucinanti, avrebbe potuto vincere tranquillamente uno slam (nel 2008 poteva farcela, purtroppo beccò il Djokovic secondo me quasi più forte di sempre), e comunque due M1000 li ha portati a casa, non sono poca roba.

          • Lleyton ha detto:

            oh sì che sono di categoria differente, Tsonga ha fatto F slam, SF a gogo, due mille, è stato top10 per anni e anni, al suo peak era pericolossimo anche per i fab4.
            Goffin rispetto a Tsonga è una categoria sotto, la sua carriera ora come ora non vale 1/5 di quella di Jo.

            Poi se continua a questi ritmi può recuperare ma ora come ora non c’è paragone.

          • SuperTatotatotato ha detto:

            paragonare due giocatori che hanno quasi sei anni di differenza con il secondo che è in ascesa, decretando che sono di categoria differente ( e dopo un mismatch come quello di ieri), lascia il tempo che trova. Puoi fare di più.

          • Lleyton ha detto:

            Oggi sono di categorie differenti. Goffin più in forma e tecnicamente forte in questo 2017, ma Tsonga altra storia, altro palmares, altra esperienza.
            Poi magari Goffin vince 2 Slam, oppure si spacca pure l’altra caviglia e non vede più la top10. Ma non vedo perché dovrei tenere in considerazione tutti i possibili futuri immaginabili di Goffin per dire che ad oggi la sua carriera è ampiamente inferiore a quella di Tsonga.

          • SuperTatotatotato ha detto:

            Lana caprina. In questo momento Goffin è 7 ed è in ascesa , Tsonga 15 ( ed è stato al massimo 5). Le chiacchiere stanno a zero.

          • Lleyton ha detto:

            Ad oggi Tsonga >>>>>> Goffin. Fine.
            E’ concettualmente sbagliato valutare Goffin qui ed ora ipotizzando che in futuro otterrà risultati e successi paragonabili a quelli di Tsonga.
            Per quanto questa previsione possa essere plausibile/condivisibile.

            Altrimenti io posso dire che Zverev (n. 4 e in ascesa) è della stessa categoria di Djokovic (n. 12 e in declino), che Dimitrov è meglio di Wawrinka e altre minchiate simili.

          • SuperTatotatotato ha detto:

            ma smettila di scrivere cazzate. Goffin era favorito ieri per l’universo mondo, bookies compresii, e lui ancora insiste ad arrampicarsi sugli specchi! Saluti!

          • Lleyton ha detto:

            Ma anche per me era favorito.
            Semplicemente Tsonga doveva e poteva interpretare la partita con più convinzione, più grinta e facendo valere la maggiore esperienza. Era troppo importante per lui sfruttare questa occasione.
            Non lo ha fatto, ha perso, il pollo ci ha messo una pezza per fortuna, bravo Goffin, male Tsonga.
            Questo non fa di Goffin un giocatore del livello di Tsonga.
            Fine.

            Se poi non cogli le sfumature, va bene, con te parlerò come con i bambini di 7 anni.
            Goffin è forte fortissimo, ha vinto! E’ più fortissimo di Tsonga che ha perso!

          • Zio Gustav ha detto:

            Ma ha 5 anni di distanza, dagli il tempo. Penso che un giocatore con le sue caratteristiche non possa certo calare. A differenza di un Nishikori o un Raonic che già come andamento sono assai più simili a Tsonga, migliora con l’età, mentre gli altri suoi coetanei sono calati contestualmente col normale regredire della loro esplosività fisica. Ogni tennista ha una storia differente, e d’altronde se paragoniamo i tennisti di generazioni diverse in base a cosa avevano fatto a pari età, dovremmo concludere che un Nadal è assai meglio di un Federer.

          • Il Generale ha detto:

            E non ci sono dubbi infatti.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ormai non più. I risultati di Federer restano superiori a quelli di Nadal a pari età.

          • Zio Gustav ha detto:

            e più si va avanti più sarà così, Federer è un giocatore che essendo esploso “tardi” rispetto ai suoi avversari ha migliorato le sue statistiche di rendimento contestualmente con l’avanzare dell’età

          • Lleyton ha detto:

            ok magari farà pure meglio di Tsonga, ma ieri in campo, come esperienza, abitudine a giocare partite importanti, consapevolezza di una propria storia e forza, c’erano valori ben diversi.

          • Zio Gustav ha detto:

            Beh insomma. A me pare che invece ieri Tsonga abbia dimostrato anche il suo difetto maggiore, che Goffin non ha: la capacità di esprimersi al proprio livello con continuità. David ha fatto la partita che doveva fare, Jo invece no. Nel computo rientra anche questo parametro.

          • Lleyton ha detto:

            capirai, la continuità di uno che a 27 anni non ha mai fatto manco SF slam o F mille.
            Manco si stesse parlando di Ferrer.

            La vittoria su Federer ha creato una specie di allucinazione collettiva su Goffin.

          • Zio Gustav ha detto:

            A parte che io le mie idee su Goffin ce le ho da anni, sai chi se ne frega della vittoria su Federer che quest’anno ha perso pure da Donskoy e Haas. Lleyton, perché fai finta di non aver visto il tennis negli ultimi 4-5 anni? Questo è uno sport in cui la longevità si è allungata, i risultati grossi si prendono in età più avanzata. Non mi riferisco solo a Federer che a 36 anni fa quasi a pezzi il tour, lui è un fenomeno e ok, ma anche a Nadal, dato per morto a 29 anni, che a 31 anni fa la sua seconda migliore stagione di sempre (nel 2013 forse meglio ma giocò di meno, qui è stato al top da gennaio), a Wawrinka che dà il meglio di sé dopo i 28 anni, ma anche esempi meno grossi come Feliciano Lopez, o lo stesso Dimitrov che comincia a mettere a frutto il suo talento alla stessa età di Goffin.
            Se poi parliamo di bravura in assoluto, sono d’accordo con te: non c’è paragone tra Tsongone e Goffino, però se analizziamo i risultati e quello che ci dice il campo sull’ultimo lustro di tennis, possiamo pacificamente dire che David ha tutte le possibilità di pareggiare e addirittura superare i risultati di Tsonga. Per te non può arrivare al n.5 del ranking e starci per qualche anno? Non può vincere due M1000? Andiamo. Sai bene che ha tranquillamente il tempo e il tennis per farlo.

    • wally19 - BEL20VE ha detto:

      Sul montepremi potrebbe anche essere un buon incentivo.
      Sull’attribuzione punti atp non sono d’accordo: resta una competizione a squadre dove il singolo partecipa per il blasone della propria nazione. L’atp attribuisce punti all’atleta per i risultati nei tornei in singolare. Del resto non sarebbe neanche giusto poi per coloro che non hanno avuto la convocazione dal tecnico della nazionale, e ciò chiaramente finirebbe sempre a scapito dei più giovani, visto che il “mister” convocherebbe sempre i migliori

    • Zio Gustav ha detto:

      Beh insomma. Il calendario influisce eccome. Per un top player che sta in una squadra che arriva fino in fondo è come giocare un altro slam, spalmato sulla stagione intera. I soldi sono un buon sistema per far giocare il torneo, ma meglio ancora sarebbe ridurre il calendario (cosa che dico da sempre) magari semplicemente diminuendo i tornei obbligatori, e dedicare uno spazio di un mese alle fasi finali della coppa. Magari durante l’anno metti solo un tie di ingresso/uscita dai gruppi A o B, anticipi il Masters di due settimane e fai una bella Davis spettacolare come un campionato del mondo di calcio.

      • Lleyton ha detto:

        Il calendario se lo aggiustano in base ai soldi e ai punti, Federer era in forma mediocre già a NY, è arrivato morto e stramorto al Master ma dopo gli US Open ha giocatore 2 esibizioni, di cui una anche bella tosta. Quindi lo ripeto: CAZZATE INVERECONDE.
        La Davis da “fastidio” perché porta via tempo ed energie che potrebbero essere meglio impiegate per fare bei soldoni.
        Fai in modo che la Davis garantisca un sacco di bei soldoni, e saranno altri i tornei che inizieranno a dare fastidio ai top player.
        E saranno loro i primi a brigare per una riforma del calendario favorevole alla Davis.

        E’ tutta una questione di prospettiva.

    • Yuppie Doo ha detto:

      I top andranno anche dove si assegnano punti e soldi, ma credo che il calendario abbastanza fitto influisca eccome.

    • SuperTatotatotato ha detto:

      Soldi e Punti, una cosa talmente lapalissiana, che è sospetto che non vadano a questa facile ed ovvia soluzione.
      Ben sapendo che il ritorno mediatico della Davis, al di fuori della cerchia dei soliti appassionati che segue il tennis tutto l’anno, è unico.
      Non c’è alcun evento tennistico che può riempire uno stadio di 28.000 posti e occupare le prime pagine dei giornali non sportivi.
      Ma vedere lo sguardo annoiato durante le partite di Haggerty deve far riflettere.

      • Zio Gustav ha detto:

        I punti però non devono essere assegnati. Troppo ingiusto come premio per chi la gioca.

        • SuperTatotatotato ha detto:

          Chi la gioca se li merita i punti se viene convocato e vince le partite, ci mancherebbe altro.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ok. Ma proprio francia e belgio sono un esempio, la francia ha molti buoni giocatori, e chiunque venisse escluso tra di loro meriterebbe di giocare più di un Darcis. In questo modo sono favoriti paradossalmente di più i giocatori di nazioni più deboli.

          • SuperTatotatotato ha detto:

            Devono vincere le partite! Non basta essere convocati: ieri Darcis avrebbe preso zero punti.

          • Zio Gustav ha detto:

            Per forza, ha giocato contro Tsonga, ma qualche partita l’ha vinta in questa Davis

    • domanov ha detto:

      Bè molti top player, soprattutto quelli anzianotti, storcono il naso ai cambi di superficie. Che però è una caratteristica fondante della Davis, ovvero sedi alternative e diritto di scelta della superficie della nazione ospitante. Fare una “top 4” con semi e finale in settimane consecutive in una sede unica toglierebbe moltissimo appeal alla manifestazione, salvo il caso che ci siano 4 europee in semifinale.

  8. domanov ha detto:

    Bene Top. Una chiosa: “la più antica manifestazione a squadre nazionali” dovrebbe essere la Coppa America. Purtroppo negli ultimi vent’anni le rivoluzioni legali svizzero-ellisoniane hanno snaturato quest’aspetto della gara, oltre al fatto che ovviamente non sono le federazioni (create centinaia di anni dopo) a gestire la sfida ma singoli club (ci possono ovviamente essere più club dello stesso paese in gara). Questo per dire che un bel canchero a quel porco di Ellison ci sta anche oggi.

    • Zio Gustav ha detto:

      aspetta, intendi l’America’s Cup di vela?

    • TennisMyLife ha detto:

      Mai stata per nazioni l’America’s Cup. A sfidarsi sono sempre stati gli Yacht Club che mettevano in palio il titolo.

      • Zio Gustav ha detto:

        Esatto, stavo per dirlo

      • domanov ha detto:

        L’ho scritto pur’io. Lo so. Ma a parte che ERA una “competizione per nazioni” tant’è vero che nel Deed of Gifts c’è scritto: This Cup is donated upon the condition that it shall be preserved as a perpetual challenge Cup for friendly competition between foreign countries..
        Nel 1800 non esistevano federazioni, ergo l’organizzazione ai club.

        • Zio Gustav ha detto:

          Però penso che anche all’inizio poteva partecipare più di una barca per nazione, no? E poi sulla barca puoi mettere chi vuoi, nazionale o no.

          • domanov ha detto:

            No, sulla barca fino al primo scandalo dell’edizione 1988 non potevi assolutamente mettere chi volevi, solo gente del paese di provenienza del club sfidante. Come anche progettisti e tutto. Regole quasi ferree. Dopo, con l’IACC hanno messo regole aggirabili (subito Paul Cayard sul Moro, per esempio) e ora praticamente fanno quello che pare loro, basta dimostrare di risiedere nel paese del club da un paio di settimane.
            Però lo spirito della Coppa America, ripeto, è quello di gara per nazioni. Si spera che ora con TNZ e Luna Rossa al comando della competizione si ritorni allo spirito originale.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ah, non sapevo.

    • SuperTatotatotato ha detto:

      America’sCup e’ la più antica competizione che si disputa ancora oggi, ma non è una più una competizione per Nazioni.

  9. M4r3o ha detto:

    Buongiorno

  10. Lleyton ha detto:

    Oggi ho capito che Shapovalov e Murray sono giocatori della stessa categoria, ed è possibile fare questa affermazione anche oggi 27.11.2017, perché presumibilmente Shapovalov avrà una carriera analoga – se non superiore – a quella di Murray.
    😀

  11. Il Generale ha detto:

    ZioG come è andata alla Leopolda quest’anno? Voi intellettuali avete intellettualato?

    • Zio Gustav ha detto:

      Ma secondo te io ho la faccia del Renziano che vota per il PD? Guarda che mi offendo eh

      • wally19 - BEL20VE ha detto:

        Va be ma se ho ben chiaro il significato della Leopolda, come manifestazione di raccolta di tutto ciò che è espressione di fede di sinistra, non è riservata solo ai renziani…….

        • wally19 - BEL20VE ha detto:

          che poi oggi ci vanno quasi esclusivamente i renziani, e un altro conto

        • Il Generale ha detto:

          Tu wallona dove sei stata nel weekend, hai fatto delle cose?

        • Zio Gustav ha detto:

          In sintesi, è la stronzata promossa da Renzi per ergersi a capo intellettuale ed evitare sistematicamente un congresso serio nel PD, motivo per cui ha fatto perso pezzi essenziali del partito. Ovvio che ci vadano solo i renziani

          • wally19 - BEL20VE ha detto:

            Che poi ho scoperto che di base da l’occasione a chiunque di intervenire anche se non sei ufficialmente iscritto al partito. L’anno scorso, mio cugino inviò alla segreteria della Leopolda un’esperienza di vita professionale che aveva avuto nell’ultimo anno (laureato in medicina e chirurgia a Napoli, durante la specializzazione il suo prof lo ha inserito in un progetto semestrale di joint-venture con l’ospedale Mount Sinai di New York!!! ). Lo chiamarono due giorni prima invitandolo a parlare direttamente sul palco.

          • Zio Gustav ha detto:

            Bello, deve essere uno in gamba.
            Però capisci che una cosa così è tutto fumo, perché non essendo un congresso ufficiale del PD o di nessun altro partito, nessuna segreteria ha obblighi di trasformare in realtà di programma o governative le proposte magari intelligenti che vi vengono fatte.

          • wally19 - BEL20VE ha detto:

            Penso che nasca come momento di spunto per lo scambio di idee, lontano dalle logiche partitiche. Infatti mio cugino, visto quello che accadeva a NY dove praticamente ti spingono in sala operatoria da subito anche in interventi di una certa complessità, mentre a Napoli, almeno nel pubblico, se non sei figlio di… sei destinato a fare appendiciti a vita, suggerì di guardare l’esperienza americana che puntava sui giovani e prenderne esempio. Qualche giorno dopo il suo intervento ci fu la nomina dei nuovi membri dei consigli di amministrazione delle facoltà… età media 65 anni!!!!!!!

          • wally19 - BEL20VE ha detto:

            ricordo che in famiglia lo prendemmo in giro tutti: ma comm, nun t’ann sentut proprie!!!

      • Il Generale ha detto:

        E’ stato un colpo basso, mi scuso

  12. Il Generale ha detto:

    Io le persone che mangiano la roba super piccante poi per poco si strozzano tra le lacrime non le capisco. Cuevas me lo immagino proprio così

  13. lahyani ha detto:

    Per me ha ragione Lleyton. Goffin ha sfruttato un buco clamoroso di giocatori, poi ovvio che sia migliorato.
    Paragonarlo con Tsonga al momento, è come paragonare Ferrer con Nadal.

    • Pseudonimo1881 ha detto:

      ma certo che è così

    • M4r3o ha detto:

      Come valore assoluto si, ma se guardiamo al presente goffin se la gioca tranquillamente con tsonga, e non solo da quest’anno.

      • lahyani ha detto:

        Ma Tsonga al momento è morto.

        • M4r3o ha detto:

          Mica da quest’anno, pure l’anno scorso, e pure il tsonga 2015 con questo goffin non partiva ultra favorito

      • Pseudonimo1881 ha detto:

        beh vabbè ma tsonga è sul viale del tramonto da almeno un paio di stagioni..

        • M4r3o ha detto:

          È in netta fase calante dal 2013, dove peró era giustificabile dal fatto che pre infortunio al ginocchio stava giocando bene. Dal 2014 sempre peggio

          • Pseudonimo1881 ha detto:

            ma allora in netta fase calante no.
            Lui è uno che è sempre andato abbastanza a fiammate, raramente ha giocato stagioni senza sbavature dall’inizio alla fine stile berdych.
            solo che al contrario del ceco era uno che aveva più in canna la vittoria con qualche pezzo grosso. diciamo che da quest’anno non da più questa sensazione, ma fino anche solo all’anno scorso sembrava avesse nella manica ancora qualche upset importante (vedi murray a wimbledon), mentre fino al 2015 se la giocava ancora con i migliori

          • M4r3o ha detto:

            Nel 2015 poca roba eh. Nishikori e berdych al rg, per il resto? Un SF slam (appunto, rg)
            Per me è proprio l’acuto che è mancato.

      • Lleyton ha detto:

        ma è chiaramente più forte di Tsonga in questo momento. Anzi da un bel pezzo.
        Non che lo sovrasti in chissà quale modo, ci ha pure perso a rotterdam, ma è complessivamente un giocatore migliore.
        Però secondo me non è giusto, nel momento in cui si valuta oggi Goffin, considerarne anche le future, ipotetiche, presumibili, potenzialità.
        Se si rivelerà un campione meglio per lui, ma ne deve ancora mangiare di polenta.

        • M4r3o ha detto:

          Io sto parlando di adesso.
          Goffin quest’anno ha raggiunto pure una classifica più alta nonostante un infortunio non banale nel suo apice di forma. Lo ha battuto in due occasioni, una delle quali non banale.

          Se poi vogliamo parlare del tsonga 2008-2009-2010-2011-2012 allora altro discorso. Se parliamo di questo goffin e questo tsonga, partono tranquillamente alla pari

          • Lleyton ha detto:

            beh quello è chiaro, questo Goffin è un giocatore tecnicamente/atleticamente più forte e continuo di questo Tsonga, e lo sarà ancora di più un domani.

          • M4r3o ha detto:

            Eh beh io ti parlo di questo.
            Ovvio che tsonga che fa finale slam, ha due mp su terra al rg contro nole e batte federer a casa sua è di un altro pianeta rispetto a goffin.

    • Zio Gustav ha detto:

      Ma non puoi paragonare due giocatori con quasi 6 anni di distanza. Non è che debba fare chissà che Goffino per pareggiare Tsonga, deve resistere con continuità qualche altro anno tra i primi giocatori, vincere un paio di mille e fare qualcosa di meglio negli slam come piazzamenti, tutto ampiamente alla sua portata.

      • lahyani ha detto:

        Deve fare tutto quello che non ha mai nemmeno sfiorato in carriera.

        • Zio Gustav ha detto:

          Beh innanzitutto al ranking c’è quasi, la finale Masters l’ha fatta, un paio di M1000 e una finale slam sono assolutamente nelle sue corde. Non è che parliamo di raggiungere Murray

          • lahyani ha detto:

            In più: 5 SF Slam, 16 tornei contro 4, 2 500 e 2 finali 500, altre 2 finali 1000, almeno 2 QF in tutti gli Slam, 26 QF 1000 contro 7, 9 SF 1000 contro 3.
            Nel 2012 Tsonga fa 5 QF 1000 e una SF e un QF negli Slam, nel 2013 una SF e un QF negli Slam 2 SF e 2 QF nei 1000.
            Dal 2010 al 2015 fa sempre una SF e un QF Slam apparte nel 2014 dove fa 4 4T.
            Dal 2008 al 2017 fa sempre almeno un QF Slam apparte il 2014.

          • Zio Gustav ha detto:

            ma ripeto, sono tutte cose raggiungibili in 6 anni. Poi pure se non le raggiunge tutte non parliamo di chissà cosa, il livello sarà comunque simile.

          • lahyani ha detto:

            Infatti Gasquet, Cilic, Berdych, Wawrinka, Dimitrov tutti stesso livello.

          • Zio Gustav ha detto:

            Assolutamente no, ma tu nel mazzo qui mischi palmares totalmente diversi, vuoi mettere davvero Gasquet con Wawrinka?

          • lahyani ha detto:

            Ma infatti trollavo, se metti Tsonga Goffin livello simile allora sono simili anche quelli.

          • Zio Gustav ha detto:

            No. Perché una cosa è prendere un tennista il cui miglior risultato è 2 Master 1000 vinti e alcuni buoni piazzamenti, cosa raggiungibile da un Goffin, altra è mettere uno che non ha mai vinto manco un 500 contro un tre volte vincitore slam.

          • lahyani ha detto:

            Il problema è che Tsonga non ha solo 2 Master 1000 e alcuni buoni piazzamenti.

          • Zio Gustav ha detto:

            Un paio di 500 e una decina di 250, una finale slam, vari QF e SF e un quadriennio pieno in top 10. Molta roba, ma non proprio la luna. Goffin ce la può fare. Se rimane su queste medie di rendimento ce la fa. Paradossalmente a livello di grossi titoli potrebbe perfino fare di meglio, la cosa più difficile è fare il buon numero di piazzamenti di Tsonga negli slam, ecco quella la vedo dura.

  14. Carlito ha detto:

    Ciccione più patetico di Di Natale.

  15. wally19 - BEL20VE ha detto:

    cmq hanno ragione, non ci dovevano dare un rigore, ce ne dovevano dare due!!
    https://uploads.disquscdn.com/images/23e6fb8d13b815e4b9bc8d95fcc7953f2de3c8f9b41f0eaae48ebabb6eb70af9.jpg

  16. Le Croq ha detto:

    Utente più felice per la vittoria dei francesi: DOMANOV

  17. Al Maestro Clock ha detto:

    Cala il sipario

  18. M4r3o ha detto:

    Commenti di beninformati su livetennis dicono che wawrinka si ritirerà

  19. Il Generale ha detto:

    Ad ogni modo, un Wawrinka 33enne reduce da un infortunio che sceglie di ritirarsi “riconcilierebbe” un po’ con la normalità. Quasi un sollievo.

    • M4r3o ha detto:

      Ma non credo si ritiri dai. O almeno lo spero

    • Zio Gustav ha detto:

      Uno a 33 anni mica è un morto. I risultati di Stan prima di fermarsi erano comunque lusinghieri, semifinale a Melbourne, finale IW, finale RG, vittoria a Ginevra, non sono proprio i numeri di uno che deve ritirarsi. Cosa diversa un Berdych o un Ferrer che non sono neanche lontani parenti di quelli di anni fa.

      • Il Generale ha detto:

        Non sto dicendo questo, tra l’altro non credo proprio si ritiri. Sottolineavo la tendeza degli ultimissimi anni al non-ritiro dei tennisti. Da Haas che si è trascinato di campo in campo, a Karlovic che ha seimila anni a Federer numero 2 a 36anni.

        • Zio Gustav ha detto:

          Beh questi sono casi particolari. Haas quasi non ha giocato in questi anni, non si è ritirato non perché volesse davvero giocare e competere ma per orgoglio proprio. Karlovic non si è ritirato perché è migliorato con l’età. Federer e i fenomeni sono un caso a parte, si ritirerà quando farà schifo, quindi manca ancora un bel po’

        • Zio Gustav ha detto:

          I casi strambi sono Berdych, Ferrer e Simon, giocatori finiti da anni che si trascinano inutilmente sui campi di mezzo mondo

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Beh, Berdych qualche buon risultato lo piazza ancora, Ferrer fino all’anno scorso era TOP ten fisso.

          • ElaEla ha detto:

            Berdych fece una mezza cavolata a non volersi operare per l’appendicite un anno e mezzo fa, da lì sempre in ritardo nella prepazione fisica + il calo fisiologico anche se lento. quest anno ha alternato partite molto belle con obbrobri veri e propri, purtroppo per lui quelle migliori tutte contro Federer

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Si consola con Ester…

          • ElaEla ha detto:

            eh.. beata lei che lo consola 🙂

          • Zio Gustav ha detto:

            Ma insomma, Ferrer sono due anni che non combina un tubo, nel 2015 ancora un giocatore tosto con ben 5 vittorie, ma dal 2016 una mattanza per lui. In quanto a Berdych, classifica salvata dalla semifinale a Wimbledon acciuffata col ritiro di Djokovic, altrimenti non sarebbe neanche in top 25, che per lui è davvero pessimo come risultato

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Il loro trascinarsi sarebbe il sogno di molti altri.

          • Zio Gustav ha detto:

            e vabbè, pure Sampras poteva continuare altri 3-4 anni e magari sperare di vincere ancora qualcosa, ma per un giocatore abituato a stare a quei livelli deve essere triste non poter esprimere il proprio tennis per colpa della carta d’identità. Poi è ovvio che anche essere il n. 25 del mondo significa essere un fenomeno. Ma in fondo lo è anche essere n. 140 al mondo, in uno sport giocato da decine di milioni di persone

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Peraltro è da anni che mi arrovello nel pensare se l’ultimo torneo del Pistola sarebbe stato UO 2002 anche in caso di sconfitta.

          • Zio Gustav ha detto:

            E chi lo sa. Onestamente penso di sì. Non credo che sia una vittoria o meno a decidere se smettere, Sampras era finito comunque nonostante la vittoria a New York. Considerando poi chi sarebbe uscito nel 2003, ora lo sappiamo anche col senno di poi.

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Quindi avesse vinto l’anno prima, nel 2001, per te sarebbe andato avanti?
            Secondo me la vittoria, per di più così a sorpresa, gli diede l’imput.

          • Zio Gustav ha detto:

            Certo che sarebbe andato avanti. Oh mica era un vecchio.

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Nemmeno giovine, per l’epoca.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ho capito, ma era Sampras

    • Pseudonimo1881 ha detto:

      io avrei molto più tempo libero e la cosa mi farebbe comodo.

    • lahyani ha detto:

      La normalità si riconcilierebbe con una finale Djokovic-Murray agli AO.

  20. Al Maestro Clock ha detto:

    Del Potro comincia ad Aukland

  21. Al Maestro Clock ha detto:

    si spiega la separazione da Norman

  22. Al Maestro Clock ha detto:

    non si fanno le press conference per comunicare un nuovo coach o perchè non va a giocare a Melbourne, ancor più esilarante l’opzione nuovo accordo commerciale, è Wawrinka mica Federer o la Sharapova

  23. Al Maestro Clock ha detto:

    in questi giorni celebreremo la carriera di Stan The Man

    • Lleyton ha detto:

      Glorioso straordinario inarrestabile cinghialone che salvò il mondo, a te porgo omaggio.
      In alto i calici per Stanimal.

  24. Al Maestro Clock ha detto:

    incinto non può essere

  25. Lleyton ha detto:

    Wawrinka annuncia il matrimonio.
    Lo so perché sono stato invitato all’addio al celibato di Stan.

  26. Roger302 ha detto:

    ..

  27. Lollo-Il bel giuoco ha detto:

    “Federer nel 2017 ha davvero dominato la stagione, specialmente nei grandi tornei. Si è il probabile favorito, soprattutto con un Nadal in difficoltà per i problemi fisici che si sono visti proprio a Londra nella Masters Cup.
    Penso che potremmo avere sorprese delle da Grigor Dimitrov, Alexander Zverev, David Goffin e Dominic Thiem”.
    L. Hewitt, GOAT degli avversari scarsi.

  28. wally19 - BEL20VE ha detto:

    Ma insomma quando c’è sta conferenza stampa??? Fra poco muore e non sappiamo ancora quello che voleva dire

  29. Lollo-Il bel giuoco ha detto:

    “Sarei veramente sorpreso se Sampras riuscisse a vincere il prossimo match, penso che fisicamente non potrà reggere. Non è più il Pete Sampras di una volta, il tredici volte campione Slam“
    Il profetico Rusedski, dopo il terzo turno degli Us Open 2002.

  30. Lleyton ha detto:

    Belluno al top, rovinosa Caserta

    • Zio Gustav ha detto:

      in cosa?

      • Lleyton ha detto:

        Qualità della vita secondo il sole 24 ore.
        Per quello che può valere 😀

        • Zio Gustav ha detto:

          Ah che Caserta fosse un posto penoso lo sapevo da solo. Poi dipende pure cosa si intende per qualità della vita, se è per l’aria pulita posso capire Belluno, ma ho la sensazione che mi ci suiciderei dopo una settimana a viverci

          • Nalba92 ha detto:

            Immagino che sia uno dei vari fattori presi in considerazione, ma non il solo

          • Zio Gustav ha detto:

            sì, io ho sempre la sensazione che in queste classifiche non mettano nelle giuste proporzioni anche le opportunità culturali, le università, la vita sociale. Ho capito che Napoli è un cesso e c’è la camorra, ma mi risulta difficile pensare che sommando tutto quello che c’è poi debba essere considerata inferiore a Sondrio.

          • Lleyton ha detto:

            non è la città è la provincia comunque, che secondo me un po’ cambia concettualmente da questo punto di vista.
            Della serie, da Belluno a Venezia (centro culturale tanti cazzi ecc.) è un’oretta di macchina, che non è poi molto di più rispetto quello che ci metti da, boh, mondragone/nola per arrivare nel cuore pulsante della napoli universitaria e degli eventi culturali.

          • Zio Gustav ha detto:

            Sì in effetti se consideriamo la provincia non so dare un giudizio su Belluno, ma certo la provincia di Caserta è il cesso d’Italia

          • StefanoGalvani ha detto:

            Via della Spiga-Hotel Cristallo 2h54m27s
            Alboreto is nothing

          • Zio Gustav ha detto:

            ahahahahahahah

          • Zio Gustav ha detto:

            Tanto tu sei friulano! XD

          • StefanoGalvani ha detto:

            Ci stanno rubando talmente tanti comuni che prevedo a breve un referendum nel mio, pure non confinante, per diventare enclave

  31. lahyani ha detto:

    Vado sul telefono per vedere le emoticon 🙂

  32. Lollo-Il bel giuoco ha detto:

    RADEK si è rimesso con la Vaidisova.
    Quell’uomo è un eroe.

  33. lahyani ha detto:

    Ahahaha!

  34. by PALM OIL ha detto:

    AVE! LLoLLo giuoca come LLodrà!
    RISTORANTI 3 STELLE 2018 IN ITALIA
    siamo riusciti ad arrivare a 9, probabilmente la sola parigi ne conta di più

    • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

      Incredibile ma probabile.

    • Zio Gustav ha detto:

      Però se devo essere sincero, solo a vedere foto e descrizioni di questi ristoranti non mi viene voglia di mangiare neanche per un secondo.

      • by PALM OIL ha detto:

        perché mai? pensaci bene, perché altrimenti non puoi entrare nell’olimpo dei 300-400€ (all’incirca il costo di una seduta); scherzi a parte, cosa ti rende scettico?

        • Zio Gustav ha detto:

          Per due ragioni, la prima è che ho il timore di avere il palato “compromesso” dal fatto che i sapori mediterranei a cui sono abituato (e che preferisco, non per forza napoletani però, anzi) mi abbiano reso un po’ più insensibile ad accostamenti e sfumature più delicati e impercettibili. La seconda è che trovo l’alta cucina troppo cervellotica per i miei gusti (quelle tre-quattro volte l’ho provata anche io, vantaggio di fare il musicista); è vero che tutto ciò che ha a che fare con l’arte comunichi indifferentemente alla “pancia” (qualunque organo svolga il ruolo della pancia a seconda del tipo di arte) come al cervello, ma penso che anche in una cucina che non sia propriamente popolare serva uno spazio riservato al gusto istintivo, al richiamare certi link affidati dalla tradizione alla nostra memoria. Per farla breve: mi manca un po’ di suggestione. Fermo restando che quando mi è capitato di assaggiarla l’ho trovata interessante, ma ho anche stabilito che mai avrei pagato quei soldi in vita mia.

          • by PALM OIL ha detto:

            ottima risposta, ammesso che si possa dire; l’alta cucina è una roba complessa e bisogna essere addentro ai suoi meccanismi e alle sue peculiarità, perché come in tutti i campi, anche lì le bufale quante ne vuoi; in parole povere e come se facessi ascoltare coltrane a chi ascolta canzonette, o metti Michelangelo di fronte a uno che, al massimo ti può dire toh va che roba, si vedono le vene, le rughe e le unghie; comunque non è sinonimo di delicatezza, ci sono anche sapori decisi e quant’altro

          • Zio Gustav ha detto:

            Beh Coltrane e Michelangelo parlano decisamente alla pancia. Possono non piacere, ma non lasciano indifferenti 🙂
            Non so che dirti, probabilmente dovrei solo entrarci dentro. Anche la dodecafonia merita un ascolto e uno studio, ciononostante non è la musica che ascolto volentieri, pur comprendendola.

          • by PALM OIL ha detto:

            perfetto, hai colto appieno la problematica, allo stesso modo non si può entrare nel mangiare e nel bere se non mangiando e bevendo; quelli che dicono mezzo bicchiere o un assaggio mentono spudoratamente o non ci capiscono ‘na mazza; io bevo e mangio da una vita e devo essere sempre concentrato per capirci qualcosa, altrimenti finisce sempre col mi piace o non, ma di pancia

          • Zio Gustav ha detto:

            Ah ma sono perfettamente cosciente dell’esigenza di andare oltre il “mi piace”. Col vino ad esempio sono assai più ferrato, dopo anni in cui il mio migliore amico è un sommelier che gestiva una vineria (in cui suonavo tutte le settimane, ho bevuto a gratis dei vini davvero oltre le mie possibilità economiche), e come d’altronde faccio anche con la musica so che una mente analitica non sta a sentire l’istinto. Però col vino mi sono sempre trovato bene, anche perché probabilmente l’ “articolo” è sempre lo stesso, con la cucina il tutto è più dispersivo. E non mi è capitato di appagare anche la mia parte di istinto che almeno in piccola parte reclama uno spazio anche per sé.

        • Renée ha detto:

          Mah sarò genovese ma per me nessuna prelibatezza giustifica pagare una cifra iperbolica rispetto alla media necessaria per compiere un’attività fondamentale per vivere. Ci sono tante belle cose in cui impegnare 400 € che non riusciresti ad avere diversamente. Per mangiare – anche molto e bene – ne bastano assai di meno.

          • Zio Gustav ha detto:

            con la decima parte si mangia alla grandissima

          • by PALM OIL ha detto:

            sentivo la tua mancanza, non mi sentivo accarezzato da argute stilettate, la prossima volta che avrò le stesse sensazioni ti evocherò, e quando lo farò tu non risponderai all’invito; seriamente hai ragione, nutrirsi, oserei dire, dovrebbe essere gratis, ma ovviamente non parliamo di questo, parliamo di una società opulenta, capace di comprare telefonini a più di 1000€, che spende centinaia e migliaia di € per cose che non hanno nessun ritorno economico, morale, artistico e culturale, anche se hanno problemi a mettere insieme pranzo e cena.
            Ho degli amici che comprano auto a prezzi strato e le cambiano di frequente, gente che spende cifre tutte le settimane per andare allo stadio, poi torna a casa e picchia i bambini perché la sua squadra ha perso (cit. Jannacci); posso continuare all’infinito ma mi fermo considerando che una passione la coltivi anche se ti costa, io preferisco spendere per l’alta cucina (parliamo di 3-4 volte l’anno), altri preferiscono altro; non dobbiamo fare le crociate, pensa se dovessimo fare le analisi puntuali su questo, saremmo stravolti

        • Lleyton ha detto:

          Credo che molta gente si renda conto del fatto che, fino a un certo punto, più sale il prezzo più la qualità oggettiva aumenta (e anche tanto, nel campo della ristorazione) ma da un certo prezzo in su l’incremento di qualità inizia a farsi meno evidente, fino a diventare minimo per non dire nullo.
          Tutto l’extra che si paga è nome/marchio/esclusività-unicità dell’esperienza. Che, beninteso, può essere il legittimo obbiettivo del consumatore e la sua fonte di piacere. Ma la “materia” che si acquista, in sé,non è migliore o peggiore.
          Discorso che vale per qualunque cosa, intendiamoci, dall’abbigliamento agli hotel alle macchine ecc.

          • by PALM OIL ha detto:

            per una volta un’espressione quasi sensata

          • by PALM OIL ha detto:

            io dico sempre che se uno sa “leggere” alcune cose le può tranquillamente comprare al discount, io lo faccio; il 3 stelle ha un compito arduo e lavora in perdita nella maggior parte dei casi, i costi di gestione e di tutto il resto sono esorbitanti, quindi è facile immaginare che, tranne quelli inclusi in grosse catene alberghiere dove hanno altri ritorni, o chiudono presto o hanno altre entrate; se per qualche motivo l’argomento ti interessa, un giorno approfondiamo

          • Lleyton ha detto:

            Non dico che non offrano qualcosa in più. Semplicemente quel qualcosa non ha a che fare direttamente con la qualità della materia prima o dei sapori in sè considerati.
            Ma tutto un contorno di elementi non strettamente collegati al gusto ma piuttosto a altre sensazioni, concetti, visività, esclusività.
            Non sto sminudendo i 3 stelle eh. Il contorno per cui si strapaga può piacere tantissimo ed essere fondamentale per l’esperienza.

          • by PALM OIL ha detto:

            ho capito perfettamente il tuo punto di vista e non posso che essere d’accordo; diciamo che lo stare a tavola è il concetto che fa la differenza; hai capito perfettamente che la qualità della materia prima non giustifica il prezzo, il valore espresso da TML qui sotto, è la foto del giusto che dici; da un certo punto in poi i valori tecnici si appiattiscono, ma entrano in gioco altri; questa gara alle 3 stelle è fatta da una somma di particolari: un noto 3 stelle che frequento da 14 anni è alla continua ricerca migliorativa, dalle tovaglie, ai piatti, alle stoviglie, all’arredo fatto di pezzi unici e artistici, i quadri e le sculture di grandi artisti, il servizio impeccabile, come tu hai notato, costituiscono un’esperienza che coinvolge tutti i sensi.
            un giorno una mia amica, dovendo festeggiare il raggiungimento di un obiettivo, è stata obbligata a pagarci una cena (me e un altro), lei notoriamente tirchia; alla fine, dopo aver speso 780€ grazie allo sconto di cui gode il sottoscritto, candidamente ha detto che un’esperienza come quella appena vissuta, non l’aveva trovata costosa, perché le era sembrato di avere avuto in cambio di più

          • TennisMyLife ha detto:

            Vogliamo l’algoritmo dell’assegnazione delle stelle.

          • by PALM OIL ha detto:

            questa pure è un’altra storia, non a caso la rossa (michelin) ha assegnato per il 2018 9 3 stelle in italia, non ho controllato, ma sono sicuro che la sola parigi ne conta di più; e michelin è la guida più seria; è come se Renèe dichiarasse Puille goat assoluto, manterrebbe questa aura di credibilità che tutti le riconosciamo, o almeno io le riconosco?

          • TennisMyLife ha detto:

            Ogni affermazione è vera finché non viene dimostrato il contrario. Io posso dire qualsiasi cosa, però devo spiegare come ci arrivo, se con lo stesso ragionamento si arriva ad un assurdo allora vuol dire che ho detto una cavolata. Pouille può essere il GOAT assoluto, ma in base a che cosa? Se qualcuno riesce a trovare una relazione d’ordine seria che metta tutto a suo posto in modo che Pouille sia primo, allora va bene. Ma me la deve fare vedere.

          • Zio Gustav ha detto:

            Beh immagino che ci sia un criterio di selezione consolidato e storicizzato. Noi non lo conosciamo ma nel settore probabilmente sì

          • TennisMyLife ha detto:

            Si va molto di pancia e poco di calcoli. E ci sono anche dei condizionamenti politici, sociali, economici. Quanto di meno scientifico possa esistere in una classificazione che però è molto precisa.

          • Zio Gustav ha detto:

            Davvero? Probabilmente ne sai più di me, non sono edotto in materia. Certamente aldilà dei 3 stelle che sono il top, è risaputo che nelle guide c’è un condizionamento politico ed economico notevole. Ma non so se la cosa si riproponga anche ad altissimi livelli.

          • TennisMyLife ha detto:

            Parlo in generale e sto scherzando. Però un po’ di vero c’è in quello che scrivo. Come possiamo vedere le classificazioni ormai stanno dominando qualsiasi argomento della nostra vita.

          • by PALM OIL ha detto:

            forse scriverò un libro su certe malefatte, non poche pagine, un tomo

          • by PALM OIL ha detto:

            spiegami perché Renèe TE LA DEVE FAR VEDERE, dai, orsù, vediamo un po’ se trovi l’algoritmo….

          • TennisMyLife ha detto:

            Ci sono tantissime variabili soggettive nell’associazione stelle-ristoranti. E’ impossibile uscirne.

          • by PALM OIL ha detto:

            potrei dirti, come fai tu, senza fronzoli e spezie, ma tu vedo che non sfondi, aggiri gli ostacoli

          • TennisMyLife ha detto:

            Io in questo caso non lo guardo neanche l’ostacolo. So che non riuscirò mai a tirare fuori un certo di numero di variabili combinabili tra loro per stilare una classificazione. Così rifiuto e vado avanti.

          • by PALM OIL ha detto:

            a RINCO, ho fatto una battuta così lapalissiana che, non dico dovevo essere sommerso di like, ma qualche apprezzamento, pure gli altri, e che cazzarola!

          • Zio Gustav ha detto:

            Il problema è: come conciliare una cosa che ha l’ambizione di rientrare nel campo dell’arte (ambizione legittima, assolutamente) con l’esigenza di darle un valore che deve essere trasformato economicamente? Non si può fare la gara tra Leonardo e Raffaello o tra Monet e Cezanne. Si può certo stabilire la precisione dei tempi di cottura, la conoscenza dei tipi di spezie o delle farine, ecc. ecc., gli aspetti tecnici (e anche “linguistici”, cioè il rifarsi a tradizioni o sapori consolidati) sono assolutamente verificabili come in tutte le attività umane e anche artistiche, ma poi? Superato lo scoglio della competenza si entra nel campo scivoloso della soggettività espressiva che diventa a sua volta soggettività ricettiva, ed è proprio quella a determinare lo scarto abissale nelle scelte delle guide e anche nel prezzo risultante.

          • by PALM OIL ha detto:

            ma mi state ignorando perché la battuta è pessima?

          • Zio Gustav ha detto:


            Quale battuta? XD

          • by PALM OIL ha detto:

            zio, quella in risposta a TML su renèe, vabbè un fiasco proprio

          • Zio Gustav ha detto:

            ahahahah ma era tipo mezz’ora fa, ormai è andata

  35. M4r3o ha detto:

    Intanto M4r3o ha finito il terzo libro de le cronache del fuoco e del ghiaccio

  36. Renée ha detto:

    Buonasera cari. Intervengo improvvisamente solo per sottolineare che
    Pouille ha vinto l’ultimo match del “circuito maggiore” della stagione 2017.
    Anno folle e per certi aspetti fantastico, chiuso con l’usciere più bello che ci sia.
    Unico giocatore ad aver vinto un torneo su tutte le superfici.
    PULCINO SUPERSTAR!

    • by PALM OIL ha detto:

      fortuna che si è ricordato di saper giuocare all’ultimo atto, ha riscattato la francia e quel cazzarone di noah; ha tutto per diventare un top, ma deve alleggerirsi un po’; al posto suo farei di tutto per farmi invitare nell’allegra compagnia a dubai

  37. Le Croq ha detto:

    @ziogustav:disqus come si chiama la tua band?

  38. Zio Gustav ha detto:

    ahahahah Dani Alves
    Ero andato alla Juve per far capire che il calcio italiano doveva fare ancora meglio, ancora di più, ma non è stato capito il mio voler alzare un pochino il livello. Avrei voluto fare ancora di più, ma ho capito dopo un anno che era meglio andare via perché non mi piaceva come stavano andando le cose. PSG? Sono felice non solo perché gioco con grandi campioni, ma perché io ho sempre cercato una squadra che giocasse. – continua il brasiliano spiegando cosa serve al nostro calcio per migliorare – Spero che la Juve e tutto il calcio italiano possano capire di dover fare un giro di volta e votarsi a un calcio diverso, bisogna rialzare il livello e tornare al passato quando l’Italia era protagonista in Europa. Il Napoli mi piace tantissimo perché difende la parola calcio, gioca un calcio migliore e credo che tutte dovrebbero prendere a esempio questa squadra e il suo gioco per migliorare”

  39. by PALM OIL ha detto:

    @disqus_SQVFu0imkC:disqus per dimostrarti il mio affetto, se mai ce ne fosse bisogno, questo gioiellino per te e anche per l’ospite @ziogustav:disqus visto che stiamo a casa sua, ‘notte!
    https://www.youtube.com/watch?v=hWpx6yYFfMk

    • Zio Gustav ha detto:

      Gran concerto questo, il video è bellissimo, fa finta di arrivare al palazzo in carrozza e cavalli, esce con i guanti bianchi ed entra con fare casuale fino a che si ritrova sul palcoscenico del teatro col gruppo che sta già suonando

  40. wally19 - BEL20VE ha detto:

    Giorno.
    Facefridd

  41. domanov ha detto:

    Buongiorno. Segnalo apparente matrimonio di Mischa, attendo conferma da fonti più autorevoli (e ci starebbe una carrellata sulla neo signora Zverev, nevvero Clocco?).

  42. Sndrin. Facili WTF e GS18 easy ha detto:

    Ciao, tutto bene? Come schiererei l’Inter con gli attuali infortunato:
    Handanovic
    D’Ambrosio Ranocchione Skri Santon
    Brozo Borja
    Candreva Joao Perisic
    Maurito

    Insomma non ho detto niente di straordinario

  43. Pseudonimo1881 ha detto:

    chi di voi gioca a fifa, qualcuno ha l’ultima versione?

  44. l'Orfano ha detto:

    comunque ogni tanto è giusto cacciare l’allenatore a calcioni nel culo

    • Zio Gustav ha detto:

      Questo è chiaro, solo che non credo sia stato fatto al momento giusto e comunque penso che il Milan abbia raccolto quello che poteva. La squadra quella è, tutta nuova con troppi innesti giovani e non tanto di qualità, anche quelli bravi non rendono come dovrebbero perché spaesati.

  45. Il Generale ha detto:

    Cutrone piace a Ringhio!

  46. Pseudonimo1881 ha detto:

    seedorf poteva essere un grande allenatore. inzaghi poteva essere un buonissimo allenatore

    • Al Maestro Clock ha detto:

      brocchi poteva essere un brocco allenatore

    • Zio Gustav ha detto:

      Ma Inzaghi è un buonissimo allenatore

      • Pseudonimo1881 ha detto:

        fa riflettere che tuo fratello più giovane di te è un allenatore di successo mentre tu che eri quello dotato alleni il venezia. che poi ovvio che non serve essere stati campioni per diventare dei buoni allenatori

        • l'Orfano ha detto:

          Un so io non ci rifletto granché

          • l'Orfano ha detto:

            Poi va quasi tutto a culo per gli allenatori, sappiatelo

          • Zio Gustav ha detto:

            Dipende. Alcuni hanno fatto una lunga gavetta, specie quelli che erano dei signor nessuno, e quello che hanno se lo sono meritato.

          • Pseudonimo1881 ha detto:

            io invece rifletto spesso e a lungo. tipo stamattina ho riflettuto 10 minuti sul fatto che faceva freddo e che dovrei cambiare le coperte del letto

          • l'Orfano ha detto:

            Non farlo! Resisti e abituati, poi coi soldi risparmiati sul riscaldamento a marzo ti compri una confezione di sigari

          • Pseudonimo1881 ha detto:

            però c’è da considerare d’altro canto il risparmio sui medicinali che avrei coprendomi la notte

        • manuelito ha detto:

          a simone inzaghi sta andando bene da quando è passato a tutti dietro e contropiede ma non è questo fenomeno

          • l'Orfano ha detto:

            I fenomeni sono pochi… Gli altri più o meno tutti uguali, vanno a momenti

          • manuelito ha detto:

            fa un calcio speculativo che va per forza a momenti

          • Rik ha detto:

            Ai miei amici laziali piace tantissimo…a me non piace come gioco ma non so farmi un’idea, ho visto 2 sole partite della lazio in stagione (derby e juve)

          • manuelito ha detto:

            che piaccia ci sta perchè comunque sta facendo ottimi risultati ma è abbastanza anticalcio, tutti sotto la linea del pallone e contropiede

          • Rik ha detto:

            Si allora lontano dalla mia idea di calcio. D’altronde io sono uno che trova il tiki taka divertente anche se tengono palla per 5 minuti

          • manuelito ha detto:

            almeno è un gioco fatto per costruire ed andare in avanti, non a scappare tutti indietro appena si perde il pallone

          • Zio Gustav ha detto:

            hai letto le dichiarazioni di Dani Alves al Gala del calcio?

          • manuelito ha detto:

            non ha detto niente di nuovo, cose che si sapevano già anche se un miglioramento a livello gioco c’è stato

        • Zio Gustav ha detto:

          Ahhh scusa non avevo capito intendessi superpippo. Beh chi lo sa, il calcio in questo è una strana bestia, non tutto quello che sei bravo a fare stando all’interno di un sistema si traduce in una bravura nel leggerlo dall’esterno. Tantissimi allenatori di grande livello non hanno neanche mai giocato professionisticamente, come Sacchi, Zeman, Sarri.

    • manuelito ha detto:

      tutti bruciati dalla dirigenza milan

  47. l'Orfano ha detto:

    Ora vediamo il laptop da mettere dentro la borsa

  48. Al Maestro Clock ha detto:

    Sad news for Wawrinka
    fans. Speculation had been rife that the Swiss tennis player is about
    to announce his retirement from sports, at age 32, with immediate
    effect.

  49. Al Maestro Clock ha detto:

    Il mistero di Stan Wawrinka

    Lo svizzero convoca una conferenza
    stampa per venerdì prossimo, a Ginevra. Molto difficilmente annuncerà
    una novità di routine, ma è probabile che ci sia in ballo qualcosa di
    più grosso, forse negativo. Alcune voci parlano di un possibile ritiro a
    causa del ginocchio malandato. Ma c’è anche il fantasma Sharapova.

  50. Al Maestro Clock ha detto:

    despacido candidata ai grammy come song of the year

  51. Al Maestro Clock ha detto:

    anche Roddick derubato di tutti i trofei, salvo solo quello più importante che teneva in casa mentre tutti gli altri in garage

  52. Carlito ha detto:

    10 Avversari che si sono dovuti inchinare al Campeon (feat. Il Vecchio & Il Presidente)
    https://youtu.be/mhbqI5_3IQQ

  53. Al Maestro Clock ha detto:

    quello a sinistra ha un volto familiare, forse un calciatore

    https://pbs.twimg.com/media/DPkvuobX0AEPKaB.jpg

  54. Al Maestro Clock ha detto:

    pazzesco questa sera Taken 3 su canale 5.

  55. by PALM OIL ha detto:

    AVE cit. lollo! voglio vedere adesso se il fico del bigonzo alpino venerdì se ne esce con:
    – com’era la cosa? non mi ricordo ….uhm….. vediamo………………………………………
    – a natale non vado a sciare
    – rientro ad abudabi ma anche no
    – sto con come si chiama lei ma anche no
    – la ba…la fa cagare, meglio il libro
    – come si chiama lei fa cagare, meglio il fumetto
    posteremo ancora come se non ci fosse un domani?

  56. l'Orfano ha detto:

    Barack Obama è molto brutto

  57. lahyani ha detto:

    Wawrinka sempre con noi.

  58. Lollo-Il bel giuoco ha detto:

    “Se un giorno dovessi arrivare al numero uno del mondo, gli italiani non sarebbero comunque contenti e mi chiederebbero di essere il numero zero”
    Tranquillo, FAFO, non correremo il rischio.

    • Lleyton ha detto:

      Povera stella, ha bisogno che qualcuno gli dica che è tanto speciale e che non importa se è n.30 del mondo quando potrebbe essere agevolmente n.10, tanto è bravissimo e fortissimo lo stesso.

      • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

        Beh dai, nonostante tutto tredicesimo è stato.

        • Lleyton ha detto:

          pochi mesi, ha veleggiato tutta la carriera tra n. 20 e 30, senza neanche un acuto particolare.
          poteva fare molto di più piedi rapidissimi, fondamentali ottimi, mano fatata.

          • domanov ha detto:

            Fabio ha tutto per un exploit di quelli grossi (un 1000 rosso, per esempio), ma ce l’ha da 10 anni circa e finora non l’ha mai neanche davvero sfiorato.
            Ha raccolto quanto meritato. Di certo uno dei più bravi e dei più divertenti da guardare, con colpi micidiali ed un braccio fotonico (aiutato dalla brevità). Ma evidentemente non ha mai messo nel tennis l’attenzione e l’applicazione (innanzitutto mentale) che i top ten ci mettono.
            Comunque ha ancora qualche anno, chissà che ora che il corpo comincia a dare problemi di anzianità non cerchi finalmente di sfruttare fino in fondo le sue qualità.

          • l'Orfano ha detto:

            Io fatico a trovare occasioni perdute recentemente per mancanza di applicazione, giusto Travaglia toh

          • l'Orfano ha detto:

            Che poi comunque il carattere non è che uno “ce l’ha” e poi decide quanto metterne, poco tanto o tutto.

          • domanov ha detto:

            La mancanza di applicazione significa entrare in campo e buttare la partita “alla fognini”, appundo, per esempio uscendo di testa. La sconfitta contro la carogna a montecarlo, ad esempio, grida vendetta.

          • l'Orfano ha detto:

            Definizione abbastanza personale, peraltro confermo comunque il mio commento; pella e travaglia, toh, e vediamo quante ne ha vinte però.

          • Zio Gustav ha detto:

            oggi come oggi potrebbe perfino vincere il Roland Garros.

          • Lollo-Il bel giuoco ha detto:

            Quello è poco ma sicuro

          • Zio Gustav ha detto:

            Piedi rapidissimi solo in verticale, in orizzontale è il giocatore più pigro che si conosca

          • Lleyton ha detto:

            come ricerca della palla intendi?

          • Zio Gustav ha detto:

            come posizionamento del corpo quando colpisce. Sa di avere un braccio impressionante e non colpisce in modo corretto.

  59. l'Orfano ha detto:

    È forte a basket il fratello di Curry?

  60. Carlito ha detto:

    Che squadra il Pordenone, ammutolito il bagongo!

  61. wally19 - BEL20VE ha detto:

    “Indosserò outfit stile provenzale”

    ad esempio

    https://twitter.com/TennisWorldit/status/935549871196594177

  62. wally19 - BEL20VE ha detto:

    Mi lamento del freddo con un collega di Torino il quale risponde “ma dai, e lo chiamate freddo questo”
    Forse non vi è chiaro che per noi nati sul Tirreno, già 15 gradi ….. fa fridd!!!!!!!!

  63. l'Orfano ha detto:

    Occasioni grosse perse di Fabio nel 2017: UO

  64. ZioThor ha detto:

    Ma a napoli la neve c’è mai venuta?
    Chiedo ai napoletani

  65. l'Orfano ha detto:

    Gattuso ha un curriculum di merda, che razza di scelte ha fatto

  66. Ricercatore ha detto:

    Si parlava di fognini… Un grande acuto con un servizio come la errani? dai su…

    • Zio Gustav ha detto:

      Non ha affatto il servizio come la Errani.

      • l'Orfano ha detto:

        No. Tuttavia credo che nessun top ten abbia una % di prime e % punti vinti con la prima così basse ma non controllo

    • Carlito ha detto:

      Sulla terra non è che sia cosi rilevante il servizio

    • Lleyton ha detto:

      la errani ha fatto F al rolando e a roma 😀

      comunque fa schifo al servizio fognini, ma ha dimostrato che su terra il livello è da top5-10 tranquillo se gioca bene, servizio o meno.
      Semplicemente non è mentalmente in grado di infilare tre buone/ottime prestazioni di fila contro buoni/ottimi giocatori.

  67. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    Fact: Amazon sticazzi > Nefflicks

  68. by PALM OIL ha detto:

    CONSIGLI ALIMENTARI
    crema spalmabile a base di cacao e nocciola, molto diffusa
    crema spalmabile a base di cacao e nocciola, poco diffusa, qualitativamente molto più elevata, leggermente più costosa:
    premesso che io non mangio ne mangerei nessuna delle due, perché quella più scadente è molto, ma molto più venduta?

  69. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    È il 28 novembre 2017 e ho già sistemato tutte le gufate del 2018

  70. TennisMyLife ha detto:

    Un cambio di prospettiva che Giotto può accompagnare solo.

    https://twitter.com/setteseitennis/status/935527640823365632

    • Al Maestro Clock ha detto:

      lo diceva il clocco già settimana scorsa.

    • Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

      Claro che un quinto set finale W contro Nole 2014 vale più che non straight sets contro l’uomo vescicolare. But a win’s a win.

    • Zio Gustav ha detto:

      Federer in quei due anni ha tenuto una continuità di rendimento assolutamente mostruosa. Semplicemente contro Djokovic non aveva molte chance.

  71. Al Maestro Clock ha detto:

    In settimana la mia top 10 delle migliori performance dell’anno.

  72. Ricercatore ha detto:

    Goffin è più alto di fognini?

  73. Ricercatore ha detto:

    Anzi.. goffin gran servizio

  74. Lleyton ha detto:

    Federer 2017 come qualità di gioco media > Federer 2014 e 2015, con le sabr demmerda, il serve&volley suicida e il rovescio ballerino.
    Che si può tradurre semplicemente in:
    LJUBO >>>> edberg

    • Al Maestro Clock ha detto:

      non direi come qualità media, al massimo come picchi di performance sì, a tratti ha giocato con una pesantezza di palla che non si vedeva da anni

    • Lleyton ha detto:

      E ovviamente Federer 2011-2012 >>>>> Federer 2017

    • Zio Gustav ha detto:

      Suicida per niente, lo batteva solo Djokovic e una volta s’è solo cacato sotto di vincere

      • Lleyton ha detto:

        Eh beh lui doveva battere, il tennis iper offensivo alla edberg per quello è stato portato avanti, mica per battere pico monaco.
        Le modifiche e gli accorgimenti tattici e tecnici di ljubo sono state pensate innanzitutto in chiave djokovic, mica nadal.
        Poi per l’eterogenesi dei fini sono servite contro nadal.
        Ma aumentare la pesantezza di palla da ambo i lati era fondamentale, e se Djokovic torna, sarà fondamentale.

        Sabr più grande cacata del secolo, meno male che non la fa più (se non proprio una volta ogni morte di papa)

        • Zio Gustav ha detto:

          La sabr è un colpo estemporaneo che ha una funzione precisa e che comunque gli è servita molto. Inoltre la propone ancora, più a sorpresa che sistematicamente, ma a farla la fa.
          Comunque il principio della cura Edberg era perfetta per Djokovic, non lo batteva non perché la palla fosse leggera o perché il gioco di volo non funziona con lui, ma perché Djokovic faceva le cose giuste per mettere in difficoltà Federer, cose che non Nadal non ha fatto e che non sono peraltro nelle sue corde.

          • Lleyton ha detto:

            ha fatto incazzare djokovic.
            Colpo suicida prima di tutto psicologicamente che tatticamente.
            La palla di Federer era più leggera sì dai zio santo, nel 2011-2012 djokovic era molto più forte ma federer lo batteva, chissà perchè, stando a fondo e sanza sabr.

          • Zio Gustav ha detto:

            Federer può decidere di giocare come vuole e può vincere con chiunque, terra a parte. A Shanghai è la partita più offensiva che ha fatto da Wimbledon 2001 quando faceva s&v sistematico. Ha battuto Nole due set a zero col povero Djokovic preso completamente sul tempo delle discese a rete fulminee. Il gioco di rete funzionava bene e dava i suoi frutti. Non credo che con la potenza da fondo avrebbe avuto ragione di Nole. Si sarebbe trovato lui nei panni di Nadal quest’anno.

          • Lleyton ha detto:

            vabbè.
            nole 2011 negli slam lo batteva/arrivava a mp con il serve&volley sistematico infatti.

          • Zio Gustav ha detto:

            Non aveva bisogno di farlo. Non è che il Federer 2017 sia neanche lontano parente di quello 2011-2012, eh. Ok tira forte, ma non resiste agli scambi allo stesso modo, si prende mille pause in più, nei tornei che contano poco butta tranquillamente le partite, per essere quello che è quest’anno non è solo in come ha scelto di giocare che ha fatto bene.

        • Zio Gustav ha detto:

          E comunque il Federer suicida forse non vi sarà piaciuto, ma in quel modo l’ha battuto comunque 6 volte in due anni, due tre titoli pesanti glieli ha tolti e non è che Nole lo ammazzasse sul campo, anzi spesso se l’è giocata davvero alla grandissima come a Wimbledon e a Indian Wells.

          • Lleyton ha detto:

            e federer ha pensato: col cazzo che mi accontento di batterlo a cincinnati e dubai, voglio tornare ad avere le armi per batterlo anche negli slam. Ivan, idee?
            Sì.

          • Zio Gustav ha detto:

            Ottima idea: ha pagato la Padukkone per scopare con Nole, matrimonio in crisi, sfiducia nel tennis, ecc ecc

  75. Al Maestro Clock ha detto:

    Yuppie c’è

  76. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    Nadal investimento più redditizio dei bitcoin

  77. Waldaz ha detto:

    Non si possono giocare per primi gli US Open l’anno prox? Il resto lo cedo tranquillamente

  78. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    Tanto per dire quanto è bella la gente nei posti piccoli:

    Oggi esco dall’ufficio e mi metto a correre, temendo di non farcela per l’autobus.
    A un certo punto un tizio arriva da dietro in bici e mi chiede, direttamente in inglese, se volevo uno strappo fino alla fermata dell’autobus.

    Da commuoversi.

  79. Pseudonimo1881 ha detto:

    Seriamente parlando, wawrinka potrebbe dichiarare che il 2018 è il suo ultimo anno. Questa è la cosa più drastica ma allo stesso tempo sensata che mi viene in mente..
    Solo che boh, di solito sono dichiarazioni che fanno i giocatori che ormai non sono più nel loro prime da un bel pezzo. Tipo Agassi, edberg e safin quando lo fecero aveva molto più senso.
    Ma non penso sarà così comunque

    • Zio Gustav ha detto:

      Non lo deciderebbe mai un anno prima, perderebbe tutte le motivazioni. E Stan è uno che di motivazioni ha bisogno, altrimenti dopo 3 allenamenti si sfonda di pizza fritta

      • Pseudonimo1881 ha detto:

        Si anche secondo me.
        Infatti l’ho sempre trovata una scelta piuttosto discutibile. Funzionò in parte benino solo per edberg

    • M4r3o ha detto:

      Ma secondo me farà semplicemente una messa a punto delle sue condizioni e obiettivi per il nuovo anno, conta che è da wimbledon che non rilascia dichiarazioni

  80. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    BetFair che da a 2 il l’undicesima al RG… veramente soldi gratis

  81. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    Che pezzo meraviglioso

    https://www.youtube.com/watch?v=vdLuk2Agamk

  82. TennisMyLife ha detto:

    Ho scommesso che Uncle scommetterà su Nadal vincente a W. Era dato a 2.20.

  83. Lleyton ha detto:

    insomma la famiglia reale giappa è l’unica con ancora una parvenza di serietà

  84. Uncle Roger - il Gufatore ha detto:

    Stacco, ciao

  85. by PALM OIL ha detto:

    L’altro giorno ho rivisto il film SONG ‘E NAPULE e, nonostante la modestia anche di mezzi, confermo un bel film, agile, leggero e mai noioso; la storia di un ragazzo che controvoglia si fa assumere dalla polizia e per un insieme di eventi, fortuitamente va a suonare le tastiere con una band locale per comunioni e matrimoni (lui diplomato al conservatorio). la storia ovviamente si dipana su questo personaggio, a suo modo pulito che ama la sua città e che non la accetta perché la vede nel degrado, in qualche modo fa la sua parte insieme ad altri personaggi che a loro volta si ritagliano uno spazio di vivibilità in ambienti ostili e degradati. questo personaggio che soffre la sua posizione nella napoli delle contraddizioni mi fa pensare sempre a zio gustav, come lo vedo da qui; approccio alla musica diametralmente opposto a whiplash

  86. wally19 - BEL20VE ha detto:

    ma stiamo già puntando soldi sui prossimi slam?

  87. TennisMyLife ha detto:

    Ora mi dovete spiegare perché Alabama non va ai playoff.

  88. Sndrin. Facili WTF e GS18 easy ha detto:

    Deluso da Scalfari. Sì può preferire B. a Di Maio, ma non per le questioni banali da lui citate

  89. wally19 - BEL20VE ha detto:

    la magia del Natale è già nell’aria
    https://twitter.com/zazzatweet/status/935497202172137472

  90. ZioThor ha detto:

    Oggi ho dato il mio telefono ad una ragazza che conosco ma non cosi bene che doveva fare una telefonata(aveva finito i minuti), ho sbloccato il telefono con il dito e le ho dato il telefono, ho visto che ha preso il telefono ha guardato lo schermo poi mi ha riguardato, si perche ho messo come sfondo l’immagine che ho nel avatar di disqus, cioe questa sotto, mi sono vergognato come un cane, mi avrà preso per un coglione totale. https://uploads.disquscdn.com/images/7057d1f318212c7749f8e666b28ac2469c5bfe076073e219e7382951edbbbfa9.png

  91. Zio Gustav ha detto:

    ahahahahah che ne so, comunque io una gita agli Hamptons l’ho fatta, io portai i panini, i parenti della mia ex ci misero la barca, mi pare uno scambio equo

  92. lahyani ha detto:

    Ci sono quote per il Grande Slam 2018?

  93. Alt&Canc ha detto:

    Ho indetto una conferenza stampa per domenica.

  94. LucaWta ha detto:

    Miami non andrà ai playoff nemmeno quest’anno. Come Alabama.

  95. Il Generale ha detto:

    Che belle le macchine negli anni 50, ma come ci siamo finiti all’aver gli osceni SUV nelle strade

  96. Il Generale ha detto:

    Ora vanno di moda i CROSSOVER. Ma quanto sono brutti???

  97. lahyani ha detto:

    Mi serve Wall abbastanza urgente.

  98. l'Orfano ha detto:

    ma a scacchi sono tutti scarsi?

  99. LucaWta ha detto:

    come ci siamo arrivati a volerci così tanto male, non so!
    https://m.youtube.com/watch?v=nvaGx0Y-fV8

  100. LucaWta ha detto:

    E intanto Francesca, dopo la ladrata di Sanremo, continua a sfornare ottimamente
    https://m.youtube.com/watch?v=25iTjcX3V2E

  101. LucaWta ha detto:

    … ma troppo deboli le braccia delle fate,
    e troppo fini quelle dita delicate….
    https://m.youtube.com/watch?v=7UH4k0MyUxo


Archivio

Clicca mi piace

Tennis is my life