Difficoltà di uno Slam: questione di ranking degli avversari?

 

Djokovic-Nadal-Federer

Come già accennato in questo articolo nei tornei ad eliminazione diretta capita che il sorteggio possa agevolarti perchè le teste di serie più forti capito nella parte opposta di tabellone o che i top player per un motivo o un altro vengano eliminati nei primi turni evitando i big match nelle fasi finali di un torneo. Esaminiamo numeri alla mano il ranking dei giocatori che hanno dovuto affrontare i Big 3: Roger Federer, Rafael Nadal e Novak Djokovic per vincere i loro Slam, 17, 14 e 10 rispettivamente.

Roger Federer

Il primo torneo del Grande Slam vinto da Roger è stato quello di Wimbledon del 2003 dove affrontò del suo cammino: Hyung Taik Lee (55), Stefan Koubek (70),  Mardy Fish (45), Feliciano Lopez (52), Sjeng Schalken (12), Andy Roddick (6) e Mark Philippoussis (48). Media: 36.

Slam-Federer_1

Secondo questa media lo Slam più “facile” che è riuscito a vincere è stato lo US Open 2007 con una media ranking degli avversari di 86,875, dai quarti in poi ha affrontato il numero 5, 4 e 3 in sequenza. Lo Slam più difficile è l’Australian Open 2010 con una media molto bassa: 19,75 ma con Nadal e Djokovic fuori dai giochi. Il ranking più basso che ha avuto per vincere uno Slam è stato il numero 5.

Rafael Nadal

Slam-Nadal_1

Il primo Slam di Nadal risale al 2005 e come Federer lo vinse da numero 5 del mondo ma a 19 anni (Federer ne aveva quasi 22). Lo Slam più semplice da vincere è stato il Roland Garros del 2010 con una media altissima di 102, un po’ edulcorata dal primo turno contro il numero 655 del mondo e wildcard Gianni Mina, ma il giocatore con il ranking più alto che ha dovuto affrontare è stato Robin Soderling, testa di serie numero 5 e 7 del ranking ATP.

Novak Djokovic

Slam-Djokovic_1

Come è facile intuire dalle tabelle quello con la media più bassa è Nole, ma ci chiediamo: veramente il ranking degli avversari ci può dire di una difficoltà di uno Slam?