Warning: Use of undefined constant woothemes - assumed 'woothemes' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/tennismylife/wp-content/themes/livewire/tag.php on line 7
Tag Archive |
"Novak Djokovic"

I fantastici 3: le prestazioni leggendarie al meglio dei 5 set

Tags: , ,



Warning: Use of undefined constant woothemes - assumed 'woothemes' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/tennismylife/wp-content/themes/livewire/tag.php on line 22

DJOKOVIC-Federer-Nadal--473x264

 

Dopo la prima parte sulle prestazioni monstre ci concentriamo su quelle giocate al meglio dei 5 set.

Nadal

1) Una delle più grandi affermazioni di Nadal ai danni di Federer nella finale degli Australian Open del 2009.

vs Federer, AO 2009, F, 7-5 3-6 7-6(3) 3-6 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=SnATiDGqkLQ

2) Un’altra epica partita è la finale di Roma del 2006 dove Federer sprecò 2 match point con un Nadal in grande spolvero.

vs Federer, Roma 2006, F, 6-7(0) 7-6(5) 6-4 2-6 7-6(5)

[Nel 2010 l’ATP dedica un video a questa partita:]

https://www.youtube.com/watch?v=PeHzxH6PyfI

3) Una partita che resterà nella storia. Uno smash, uno stupido smash e forte poteva cambiare la storia, chi lo sa? Comunque una splendida partita con un Nadal lapalissianamente mostruoso.

vs Djokovic, RG 2013, SF, 6-4 3-6 6-1 6-7 9-7

https://www.youtube.com/watch?v=VKM19zYZX24

4) La più bella partita di tutti i tempi per chi ha vissuto sulla luna tutta la vita.

vs Federer, Wimbledon 2008, F, 6-4 6-4 6-7(5) 6-7(8) 9-7

https://www.youtube.com/watch?v=-1yfWb0-jqQ

5) Una stupenda partita nella città eterna ed un Coria che chiede all’arbitro:”ma c’è il tie-break nel quinto set?”

vs Coria, Roma 2005, F, 6-4 3-6 6-3 4-6 7-6(6)

https://www.youtube.com/watch?v=RkOhsBWDQHY

6) Il GOAT sugli scudi che riesce ad andare avanti 2-1 come solo Soderling aveva fatto a Parigi

vs Isner, RG 2011, R128, 6-4 6-7(2) 6-7(2) 6-2 6-4

7) “Non esiste maggior uomo vivo di uno che è appena morto”. Così disse Nadal dopo essere sopravvissuto al match contro Verdasco.

vs Verdasco, AO 2009, SF, 6-7(4) 6-4 7-6(2) 6-7(1) 6-4

https://www.youtube.com/watch?v=YMPzc3p1H6I

8) L’attuale desaparecido quando non aveva ancora commesso il sacrilegio

vs Söderling, Wimbledon 2007, 6-4 6-4 6-7(7) 4-6 7-5

9) Come recuperare 2 set senza pietà

vs Ljubicic, Madrid 2005, 3-6 2-6 6-3 6-4 7-6(3)

Il tie-break del quinto set:

https://www.youtube.com/watch?v=3m1tSTXHxv8

10) La Nazionale prima di tutto

vs Del Potro, Davis Cup 2011, 1-6 6-4 6-1 7-6(0)

https://www.youtube.com/watch?v=dW4PQ6gfKDs

Federer

1) Finale di Wimbledon con un long set da urlo

vs Roddick, Wimbledon 2009, F, 5-7 7-6(6) 7-6(5) 3-6 16-14

https://www.youtube.com/watch?v=DFF1zbG3GY8

2) 2 set non si recuperano mai a Nadal. Fognini:#cazzomaiolhofattoagliusopen

vs Nadal, Miami 2005, F, 2-6 6-7(4) 7-6(5) 6-3 6-1

https://www.youtube.com/watch?v=LzpoNmNZIXk

3) Una delle più belle partite del Roland Garros entrate nell’antologia del tennis

vs Djokovic, RG 2011, SF, 7-6(5) 6-3 3-6 7-6(5)

https://www.youtube.com/watch?v=8qH7xu9jOd0

4) Un Berdych che non è Perdych, ma perde lo stesso

vs Berdych, AO 2009, R16, 4-6 6-7(4) 6-4 6-4 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=pr-RtVyGqlU

5) La certezza di poter ambire all’unico titolo che ti manca contro un gigante

vs Del Potro, RG 2009, SF, 3-6 7-6(2) 2-6 6-1 6-4

6) Una finale che è girata grazie al coraggio

vs Nadal, Wimbledon 2007, F, 7-6(7) 4-6 7-6(3) 2-6 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=XR0qIsLfefk

7) Salvo match point e poi vinco…ma esco in semifinale

vs Monfils, USO 2014, QF, 4-6 3-6 6-4 7-5 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=NNFPxHuMWaA

8) Brutta storia contro Tommy, ma alla fine quello che conta è il risultato

vs Haas, RG 2009, R16, 6-7(4) 5-7 6-4 6-0 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=omFz_TA3XEc

9) Mohammed Ali sugli scudi, ma questa volta non è Rumble in the Jungle

vs Tsonga, AO 2013, 7-6(4) 4-6 7-6(4) 3-6 6-3

https://www.youtube.com/watch?v=NzLtLSSy8O8

10) Quando ti deve girare bene con c’è santo che tenga

vs Benneteau, Wimbledon 2012, R32, 4-6 6-7(3) 6-2 7-6(6) 6-1

https://www.youtube.com/watch?v=dpH79DIricM

Djokovic

 

1) Quasi 6 ore di battaglia fino all’alba: Rocky vs Apollo Creed

vs Nadal, AO 2012, F, 5-7 6-4 6-2 6-7(5) 7-5

https://www.youtube.com/watch?v=-kaaXz4IgrA

2) Quando tutto sembra per andare per il meglio tutto può cambiare, ma nulla è perduto

vs Federer, Wimbledon 2014, F, 6-7(7) 6-4 7-6(4) 5-7 6-4

https://www.youtube.com/watch?v=QnCZjXaIl1s

3) 2 match point salvati che hanno fatto la storia. Il primo la leggenda

vs Federer, USO 2011, SF, 6-7(7) 4-6 6-3 6-2 7-5

https://www.youtube.com/watch?v=O_UkfMkb4XA

4) Il gigante di Tandil che tira sassate

vs Del Potro, Wimbledon 2013, SF, 7-5 4-6 7-6 6-7 6-3

https://www.youtube.com/watch?v=Di71p-O_mTI

5) Un Murray deluxe, ma non basta.

vs Murray, AO 2012, SF, 6-3 3-6 6-7(4) 6-1 7-5

https://www.youtube.com/watch?v=f3s5SnGx68I

6) Solo Stan the Man può impensierire un Nole al top

vs Wawrinka, AO 2013, R16, 1-6 7-5 6-4 6-7(5) 12-10

https://www.youtube.com/watch?v=pleqYnR2JPo

7) vs Tsonga, RG 2012, QF, 6-1 5-7 5-7 7-6(6) 6-1

8) Prima parte della saga dei match point annullati agli US Open

vs Federer, USO 2010, SF, 5-7 6-1 5-7 6-2 7-5

https://www.youtube.com/watch?v=Q_iOOIeBG3M

9) Una prestazione inaspettata: Anderson sopra 2-0 col capitano

vs Anderson, Wimbledon 2015, R16, 6-7(6) 6-7(6) 6-1 6-4 7-5

https://www.youtube.com/watch?v=5CmVHPaDklM

10) Melbourne è casa di Nole non c’è nulla da dire.

vs Murray, AO 2013, F, 6-7(2) 7-6(3) 6-3 6-2

https://www.youtube.com/watch?v=oxig0l3Xte8

 

Musica e testi di Nenad 2.0 ®

I fantastici 3: le prestazioni mostruose e le partite epiche vinte, parte I

Tags: , ,



Warning: Use of undefined constant woothemes - assumed 'woothemes' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/tennismylife/wp-content/themes/livewire/tag.php on line 22

Roger-Federer-Rafael-Nadal-Novak-Djokovic-greatest-players-in-Open-era

 

In questo brevissimo articolo – dove non ci sarà troppo spazio per un periodare ampolloso o verboso – riporterò quelle che – a parere di chi scrive, that goes without saying – risultano essere:

  1. Le prestazioni più impressionanti di Federer, Nadal e Djokovic. Devesi intendere la performance in sé e per sé. Questo è il parametro basilare, la chiave di lettura preliminarmente fondamentale. Per ciò stesso, componenti quali il pathos o l’incertezza, non vengono contemplate. Tendenzialmente, la partita viene dominata (primieramente nel gioco, poscia nel punteggio). Ragionando in maniera estremistica, si potrebbe perfino asseverare che in questa accezione ben precisa di gara an sich (considerata di per se stessa, unilateralmente), si può prescindere dall’avversario – in una certa misura [per esempio: non deve aver ottenuto scalpi prestigiosi in carriera]. Siccome ciò è in contrasto col modus cogitandi più diffuso, col senso comune, per dirla in una parola, considererò i match giocati contro avversari che il grande pubblico conosce, non estranei a grandi palcoscenici. Elencherò (in ordine sparso) – per ciascuno dei summenzionati fenomeni – le cinque partite 3/5 che ritengo rispettino in maniera più profonda le linee da me tracciate. Farò lo stesso – di nuovo, per ognuno – anche per le partite 2/3.
  2. In secondo luogo, verranno riportate le vittorie che recano in sé le tracce della leggenda. Quelle indelebili, che giammai saranno destinate all’oblio. Tenute in vita dal vividissimo ricordo della posterità. Una partita la definisco ‘epica’ in questo senso ben circoscritto e ristretto: il teatro della sfida deve essere reputato ‘storico’; l’avversario deve essere notoriamente ‘forte’; l’agone deve presentare al contempo i seguenti ingredienti, affinché la ricetta sia perfetta: agonismo, qualità, non preventivabilità scontata del risultato.

 

Partiamo da Rafael Nadal.

Prestazioni monstre 3/5:

vs Almagro, RG 2008, QF, 6-1 6-1 6-1

Sentite cosa dice il maltrattato qua:

vs Cilic, AO 2011, R16, 6-2 6-4 6-3

Qua un punticino bruttarello del maiorchino:

vs Wawrinka, RG 2013, QF, 6-2 6-3 6-1

Un punto orrendo di quella partita si può guardare a 8:55, qua:

vs Söderling, RG 2010, F, 6-4 6-2 6-4

A 11:20 del seguente video si può vedere qualcosina:

https://www.youtube.com/watch?v=YQ1Lo3MBbhQ

vs Murray, RG 2014, SF, 6-3 6-2 6-1

Un breve riassunto:

https://www.youtube.com/watch?v=UDS-Mgh7wbg

Prestazioni monstre 2/3:

vs Verdasco, Monte Carlo 2010, F, 6-0 6-1

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=7UHJ5LTAXqc

vs Ferrer, Acapulco 2013, F, 6-0 6-2

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=YWHMfYUnSMo

vs Roddick, Queen’s 2008, SF, 7-5 6-4

Qualche drittino:

https://www.youtube.com/watch?v=r5mHl5VsQBM

vs Berdych, Roma 2013, SF, 6-2 6-4

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=AEE1hHw3EPQ

vs Raonic, Barcellona 2013, SF, 6-4 6-0

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=crWiCMg13ds

Poi Federer.

Prestazioni monstre 3/5:

vs Blake, Tennis Master Cup 2006, 6-0 6-3 6-4

Qualche punto barbino qua:

https://www.youtube.com/watch?v=DjW-0K6X8jc

vs Roddick, AO 2007, SF, 6-4 6-0 6-2

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=7ikx0Du735Y

vs Hewitt, USO 2004, F, 6-0 7-6 6-0

Gli hl con commento di Clerici e Tommasi:

https://www.youtube.com/watch?v=Ta6eT1VZklg

vs Agassi, Tennis Masters Cup 2003, 6-3 6-0 6-4

Hl:

https://www.youtube.com/watch?v=yZsdoK2DTRM

vs Del Potro, AO 2009, QF, 6-3 6-0 6-0

Hl:

Prestazioni monstre 2/3:

vs Nadal, Finals 2011, RR, 6-3 6-0

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=uYXk2H_qpvQ

vs Murray, Finals 2014, RR, 6-0 6-1

Un Murray perplesso:

vs Söderling, Shanghai 2010, QF, 6-1 6-1

https://www.youtube.com/watch?v=dkTxML0dxgI

vs Djokovic, Finals 2010, SF, 6-1 6-4

https://www.youtube.com/watch?v=h31solixGJA

vs Cañas, Madrid 2007, R16, 6-0 6-3

Infine Djokovic.

Prestazioni monstre 3/5:

vs Ferrer, AO 2013, SF, 6-2 6-2 6-1

vs Murray, AO 2011, F, 6-4 6-2 6-3

vs Tsonga, RG 2014, R16, 6-1 6-4 6-1

Un riassunto:

http://www.youtube.com/watch?v=H3D4tM7Khpk

vs Chardy, Wimbledon 2013, R32, 6-3 6-2 6-2

Un riassuntino:

vs Monfils, Davic Cup, F, 2010, 6-2 6-2 6-4

Hl:

https://www.youtube.com/watch?v=OpDG52MLbV4

Prestazioni monstre 2/3:

vs Söderling, Roma 2011, QF, 6-3 6-0

Gli hl:

https://www.youtube.com/watch?v=r5K93Z_CxLA

vs Anderson, Miami 2011, QF, 6-4 6-2

L’hot shot:

vs Nadal, Cincinnati 2008, SF, 6-1 7-5

vs Nadal, Bercy 2009, SF, 6-2 6-3

https://www.youtube.com/watch?v=vDiY5iCXX0U

vs Monfils, Montreal 2011, QF, 6-2 6-1

https://www.youtube.com/watch?v=SSxQ46IgDKA

 

Musica e testi di Nenad 2.0 ®

Nole 2011>Nole 2015

Tags:



Warning: Use of undefined constant woothemes - assumed 'woothemes' (this will throw an Error in a future version of PHP) in /membri/tennismylife/wp-content/themes/livewire/tag.php on line 22

Nole sta disputando una stagione straordinaria non ci sono dubbi, ma come livello di gioco è al di sotto del suo golden year, il 2011. In quell’anno si è dovuto scontrare con degli avversari che gli hanno dato molto, ma molto più fino da torcere rispetto ad oggi: possiamo partire con l’AO ad esempio, nel 2011 ha dovuto affrontare un ottimo Federer in semifinale e un buon Murray in finale, quest’anno i suoi avversari in terra australiana si sono sciolti come neve al sole, il suo torneo aussie è stata una cavalcata senza alcun ostacolo e se mai ce ne fosse stato la sua vittoria finale non è mai stata in dicussione, i 2 bagel a Stan in semi e soprattutto quello a Murray in finale sono una testimonianza di una scarsa competitività dei suoi avversari.
Nella doppietta made in USA Indian Wells-Miami la forbice si allarga sempre di più. Nel 2011 nel deserto californiano troviamo sempre un Federer di lusso e soprattuto un Nadal in finale che gli tiene testa strappandogli un set. Ma si sa che il cemento è habitat più naturale per Nole piuttosto che per Rafa. Quest’anno è andato tutto liscio addirittura ha giocato una partita in meno (il walkover con Tomic) e battuto un Murray assolutamente deficitario. In finale si è complicato la vita da solo con i 3 doppi falli nel TB del secondo set con Federer, ma nel terzo non c’è stata partita. Idem vale nel Sunshine State…nel 2011 ha dovuto affrontare in un back-to-back Nadal che è riuscito a portare l’incontro al TB del terzo e lì la partita era ancora aperta. Quest’anno è da registrare la buona prestazione contro Isner che nonostante le sue ottime percentuali al servizio è stato brekkato. La finale è durata solo 2 set nel terzo Murray voleva dare il colpo di coda ma il bagel era dietro l’angolo, l’ennesimo della stagione.
In quel di Dubai dove il cemento è molto più veloce rispetto ad altri tornei nel 2011 ha disputato un torneo deluxe e non si è fatto impallinare sul simil carpet dell’emirato da Roger che quest’anno lì ha tirato fuori una delle migliori versioni del 2015.
Successivamente nel 2011 si aggiunge, per ora, l’inutile torneo di casa di Belgrado, dico per ora perchè quando i titoli di Nole cominceranno a lievitare e bussare alla porta della leggenda anche il Serbia Open sarà un punto in più nel suo pallottoliere. E’ costretto a saltare il torneo della casa al mare di Monte Carlo per un problema al ginocchio sinistro e non per un vezzo di programmazione. Si presenta a Madrid, a casa di Rafa, con Nadal ancora imbattuto dalla stagione 2010 sul clay. La finale sembra essere il suo capolinea data la forza del maiorchino sulla terra battuta e risarcimento dei 3 MP annullati nella semifinale da antologia del 2009 con relativa pioggia di circoletti rossi. Ma Nole butta dall’altra parte tutto quello che si può buttare e vince il titolo. Fino a quel momento si potevano tirare fuori delle attenuanti come l’altura che non agevole di certo Rafa, ma la stagione sul rosso continua. In quel di Roma si rinnova la sfida tra un ottimo Nadal da terra battuta e Nole che copia e incolla la prestazione di Madrid e comincia a fare scricchiolare il regno sul rosso nel mancino di Manacor.
Proviamo a fare un parallelismo col 2015: al posto di Madrid metto Monte Carlo. Torneo vinto alla stragrande: si è visto il vero Rafa solo in 2 game, combattutissimi dove Nole ha dovuto premere un pochino sull’acceleratore ma passato il lampo passato lo spavento e non c’è stata più storia. Forse si potrebbe far credere che il Tommasino ceco lo abbia impesierito in finale per via del punteggio, ma la partita non è stata mai in discussione e Nole a mezzo servizio porta a casa il trofeo senza pietà. Gli Internazionali sono storia di questi giorni. Difficile farsi ingannare dai set persi contro Almagro, Bellucci e Nishikori, quest’ultimo fatto passare per fenomemo sulla terra battuta. Quando c’è da dare gas e premere sull’acceleratore non ce n’è per nessuno. Nole modula quest’anno le sue prestazioni in base all’avversario che ha davanti ed è sempre in controllo totale della situazione e non c’è nessuno che gli possa dare filo da torcere.
Nole del 2015 è straordinario, ma negli sport agonistici si riesce a conquistare il trofeo mescolando 2 componenti: la tua forza e la forza degli avversari, quando la differenza delle due componenti è positiva il trofeo è tuo, quando è negativa, no. Quest’anno la differenza è talmente netta che Nole può permettersi il lusso di giocare come gli pare e piace e non si vede nessuno all’orizzonte in grado di colmare il gap. Nadal sul rosso non fa più paura a nessuno, Federer a 33 anni e mezzo fa quello che può e lo sappiamo, Murray potrebbe essere un cattivo cliente all’All England, ma non credo che abbia le capacità di alzare di tanto il suo livello sui prati londinesi. Nole sta gestendo al meglio le sue forze anche esagerando, ma se il suo obiettivo è il RG e il GS di conseguenza fa bene a non scialacquare energie in tornei che non aggiungono più di tanto al suo dominio nel tennis di oggi, vedasi Madrid che avrebbe potuto benissimo vincere, ma ha preferito risparmiare un po’ di energie per l’obiettivo supremo. L’unico ostacolo che può fermare Nole è la mala suerte o incontrare il ciliciano di turno che ti tira fuori la prestazione della vita e vince il torneo, o una soderlighiana batosta che nessuno può preventivare, ma non credo che questo possa accadere. Memore degli sbagli fatti nel 2011 quando ad un certo punto della stagione ha finito la benzina, Nole sta cercando di affinare la sua verve con un labor limae invidiabile e fino ad oggi non c’è nulla da eccepire. Quest’anno Federer sarà dall’altra parte del tabellone quindi si possono incontrare in una ipotetica finale, ma mi pare difficile preventivare un Roger in finale sullo Chathier e Nadal non è certo il Nadal del 2011, sì deficitario di titoli sulla terra battuta, ma infinitamente più in condizione di oggi. Ed è altresì difficle non notare il gap anche con la stagione scorsa dove non aveva certo brillato, ma almeno un M1000, seppur non meritato, l’aveva portato a casa e da gennaio fino a questi giorni in determinate circostanze aveva tirato fuori prestazioni niente male. Il RG quest’anno Nole lo può solo perdere lui e basta.

Archivio

Clicca mi piace

Tennis is my life