TML Review 2017: 1. Australian Open, Federer vs Nadal. The King is never dead

Posted on 27 dicembre 2017

La partita del 2017 è la finale degli Australian Open. Una scelta un po’ scontata, un po’ banale, un po’ forzata. Se dal punto di vista prettamente tennistico ci sono stati dei match superiori al 1° Fedal della stagione, ci sono degli aspetti che esulano dal contesto e che danno a questo match una collocazione storica che va al di là del tennis. Una partita di cui hanno parlato tutti e che dopo tanti anni ha riavvicinato i non appassionati di tennis che per qualche minuto che hanno voluto dedicare un po’ di attenzione a questo sport che troppo spesso non è messo in primo piano. Siamo a Melbourne e dopo la finale del Roland Garros del 2011 si rivedono quei 2 a giocarsi un Major. Quei 2 da tanti dati per abbondantemente finiti. Già qui si erano scontrati nel 2009, in uno dei più belli capitoli della rivalità, forse il più bello.

1° set

Parte al servizio Nadal. Il ritmo è subito alto e Federer spedisce a rete. Poi ancora lungo Roger. Servzio vincente. Sono solo supposizioni, ma il campo sembra veramente veloce, molto di più del 2009. Ma noi che guardiamo la televisione che ne sappiamo? Niente. Fuori ancora il dritto di Rogé. Juego en blanco e 1 a 0 per Rafacito.

Federer al servizio. Servizio vincente. Colpo successivo: rovescio incrociato che va a rete e primo punto di chi risponde. Nadal avanza in risposta per cercare di anticipare ma non controlla la palla. 30-15. Splendido dritto a sventaglio svizzero vincente e 40-15. Il dritto elvetico è ondivago e un altro ancora si spegne a rete. Gioco che si chiude senza altri sussulti con Federer che ottiene il punto con il primo colpo in uscita dal servizio. 1 a 1.

Rafa perde il primo punto del 3° gioco quando gli piove addosso un dritto outside in vincente. 0-15. Servizio vincente e 15 pari. Federer sbaglia di rovescio e 30-15. C’è il primo doppio fallo della partita e 30 pari. Nadal è fortunato nel punto successivo: iberonastro con grande topspin e punto. Ancora servizio vincente e 2 a 1.

La tds 9 rimane sempre dietro a rispondere e manda a rete. Nel punto successivo Federer non controlla il rovescio e siamo sul 15 pari. Roger è bravo a rete, e non è una novità. Aspetta il suo avversario per poi pizzicarlo. Astuto. Servizio e dritto. 40-15. Chiusura di giustezza con un rovescio in  lungolinea, Nadal tocca appena, ma non serve. 2 a 2.

5° gioco molto easy. Tentativo maledestro della tds 17 che vuole mettere il rovescio vincente. Sbaglia. Nadal non concede nulla: servizio e chiusura in rovescio. Replica nel punto successivo, questa volta con i piedi dentro al campo e ancora chiusura di rovescio. Servizio vincente. Secondo gioco bianco per la Spagna. 3 a 2.

A gioco bianco segue gioco bianco. Finalmente – si fa per dire – Federer è solidissimo al servizio. Fuori il rovescio di Nadal nel primo punto. Ottimo poi il dritto in uscita di Rogé, Rafa è troppo dietro quando risponde alla seconda. ACE. Primo del match. Dritto in controbalzo, Nadal tocca appena e 3 a 3.

7° gioco. Maledetto 7° gioco. Nadal si perde completamente. Risposta anticipata di Federer che chiude con una volèe alta di rovescio. Servizio vincente di seconda. Bello, ma inutile. Ecco il neobackhand in anticipo, la nuova arma partorita dalla mente di Ljubicic. 15-30. Bellissimo scambio e Roger piazza il dritto con il mirino. Circoletto rosso. La partita è cominciata. Prima palla break e break è. 4 a 3 svizzero.

L’8° gioco non esiste. Servizio vincente. Serve&volley, Servizio e dritto. ACE. I punti consecutivi di chi porta la maglia a strisce nere e bianche sono 7.

C’è anche un 8° con Federer che pennella l’aria con il rovescio. Nadal arranca. Poi si sveglia, anche se è troppo tardi. Entra in campo e piazza il dritto. ACE di seconda. Ehhh. La risposta di Roger anticipata è fuori. Rafa non ha ancora sistemato le sue armi. Ancora fuori con il rovescio. Servizio e contropiede di dritto. 5 a 4.

Federer serve per il set e non si lascia pregare. Si lascia scappare solo il primo punto frutto di un passante di rovescio spagnolo. Segue grande tennis. ACE. Servizio vincente in cui si evidenzia come siano le variazioni la maggiore preoccupazioni del 17 volte campione Slam e non la velocità. Neobackhand e primo set point che si chiude subito. Federer è in vantaggio. Il 18 non è più un miraggio.
Continua———->

Pagine: 1 2 3 4 5

Archivio

Clicca mi piace

Tennis is my life

Assign a menu in the Left Menu options.
Assign a menu in the Right Menu options.