TML Review 2017: 3. Wimbledon, Nadal vs Muller, Gilles de Lux!

Posted on 17 dicembre 2017

 

Quando si stila una classifica delle migliori partite dell’anno molto spesso, se non sempre, ci si focalizza su semifinali e finali dei grandi tornei, oppure sui big match di Davis. Difficilmente un quarto turno di uno Slam può diventare un classico, ma quando capita bisogna saperlo cogliere e apprezzarlo. E’ il caso di Nadal vs Muller a Wimbledon. Una partita ordinaria che si è trasformata in qualcosa di più e che non può non entrare nell‘antologia di questo 2017.

1° set

Siamo a Wimbledon, nel Tempio del tennis. Da una parte c’è il dominatore della terra battuta e vincitore del Roland Garros, dall’altra un umile mestierante della racchetta che sa fare bene il serve&volley, disciplina ormai in decadenza ma che ha raccolto poco o nulla in carriera. Il suo primo titolo è arrivato a Sydney a 33 anni, poi bissato a ‘s-Hertogenbosch, sull’erba, il suo ambiente naturale. Siamo nel Manic Monday e tutti i quarti turni si giocano nella stessa giornata, Nadal-Muller non è la partita di cartello, ma lo sarà presto.

Parte al servizio Gilles e si capisce subito quale sarà il canovaccio della partita: servizio bombardiere e volèe come se non ci fosse un domani. Il primo game è il manifesto di questo modo di giocare. Primo punto e servizio vincente. Secondo punto ACE. Doppio fallo a seguire, ancora servizio vincente e chiusura a rete. Il returner ha visto la palla? Mah, forse qualche volta.

Nadal ha un gioco completamente diverso del suo avversario e si vede. Quando è lui a battere entra con i piedi in campo, ma non va di volèe ma piazza il dritto vincente lungolinea uncinato, marchio di fabbrica. Muller è molle da fondo campo e spedisce a rete. Anche Rafacito sa battere e mette a segno il suo primo servizio vincente. Gilles si dimostra bravo anche nella risposta e conquista il suo primo punto con un ottima ribattuta con conseguente stecca di Nadal. Nel punto successivo è Muller a steccare. 1 a 1.

Ancora servizio lussemburghese letale. Il mancino di Muller è letale per Rafa che è costretto all’errore. Segue un bombardamento a tappetto con 3 servizi vincenti di cui il primo con la seconda. Non si gioca.

Nadal non vuole essere da meno e piazza anche lui il suo primo gioco in bianco. Se lo scambio si fa lungo è lo spagnolo ad avere la meglio. Almeno su questo non ci sono dubbi. Dallo scambio lungo si passa al gioco di fino con un servizio che si chiude con una sciabolata a rete. Poi ancora servizio e questa volta chiusura con dritto a sventaglio e…ACE. 2 a 2.

5° gioco e si comincia a tremare. Muller non è mai stato un fulmine di guerra e ha perso partite ignobili, ed è qui che si vede un’altra versione del lussemburghese, una versione deluxe che riuscirà a cavarsela benissimo, trovando soluzioni assolutamente originali per il personaggio che tutti conoscono. Nel primo punto non gli riesce il drop da fondo. 0-15. Poi spedisce un dritto a rete e siamo 0-30. Primo campanello d’allarme. C’è una ripresina con un servizio vincente e un serve&volley ben confezionato, ma nel punto successivo mette fuori e c’è la prima palla break dell’incontro. E’ il primo scricchiolio, ma non è quello decisivo. Gilles si salva con un servizio vincente, per poi andare in vantaggio con un servizio e chiusura di rovescio vincente e mettere il francobollo con un ACE.

Nel 6° gioco stranamente è Rafa ad andare in bambola. Primo grave errore nel punto d’apertura e 0-15. Nel secondo punto c’è l’ACE di Rafa, ma Gilles è dubbioso: challenge, la palla è OUT. Si ripete il servizio, ma poi Muller non concretizza lo stesso. La successiva sciabolata di Gilles si spegne a rete. Ordinaria amministrazione insomma…NO. Il Lussemburgo vince la battaglia dei back che lo porta sul 30 pari. Si permette anche di mettere in campo una rispostina niente male e si procura la prima palla break. Nadal scende a rete e protegge bene il suo territorio. Palla break che sfuma. Ne arriva un’altra con un bel contropiede Muller che chiude con una stop-volley sotto rete. Ancora aggressivo l’underdog che attacca la risposta e costringe all’errore il numero 4 del seeding. 4 a 2 per Gilles che scappa via.

La testa di serie numero 16 non si lascia scappare l’occasione di andare avanti. Primo punto e servizio vincente di seconda. Stecca di Nadal. ACE e siamo sul 40-0. Seguono 2 punti tutti manacoregni con Nadal che vince il duello da fondo molto rapido per poi entrare con il rovescio e andare sul 40-30. 2 punti che valgono poco se dall’altro lato piovono servizi vincenti come se non ci fosse un domani.

Rafa può solo abbozzare sul suo servizio, però l’impressione generale è che i buoi siano scappati per questo parziale. Siamo sul 5-2. Servizio vincente in apertura e challenge inutile. Vincente di dritto in cross di Muller e 15 pari. Nadal scende a rete per chiudere con un drop. Bene. ACE e ancora servizio vincente. 5 a 3 e Muller vuole, anzi deve chiudere.

Gioco in bianco a suggellare la prima grande sorpresa dell’incontro. Servizio e chiusura a rete. Servizio vincente, ACE e ancora servizio vincente con relativa stecca di Nadal. 6 a 3 e il lussemburghese comincia a crederci.

Continua———->

Pagine: 1 2 3 4 5

Archivio

Clicca mi piace

Tennis is my life

Assign a menu in the Left Menu options.
Assign a menu in the Right Menu options.