Caro Babbo Natale 2019: All I hold for Christmas is you!

 

Come ogni anno siamo riusciti ad intercettare le letterine spedite dai tennisti a Babbo Natale. Si sa che ormai i tennisti sono grandi e vaccinati ma ancora vogliono credere nei sogni e rinnovano questa tradizione nella speranza di aver un aiuto dall’alto. Come da tradizione in Lapponia arriva il cartaceo, non esistono email per Santa Claus, quindi carta, penna, calamaio, saliva e francobollo speciale. Ma vediamo il dettaglio di alcune di esse senza rivelare il mittente

 
Hola santa claus No lo creía posible, pero ahora lo creo. Lo que pido es adelantar. Aunque ya ha llegado en forma y sustancia, ahora quiero números. Yo, que había sido rechazado, ahora me he convertido en una piedra angular. Gracias por todo Tuyo, Nadal

No, Babbo, non ci siamo. Anno 2019 doveva essere mio anno ma tu dato a amico mio spagnolo. Questo 2020 tu dare me per non essere dietro quei due grandi mostri cattivoni. Slam e ancora Slam per mi e mio figlio che non chiede altro. Mia moglie se no manda me da casa e io non potere pagare alimenti

Seeeeeee. Vabbè, e ti aspetti pure che io ti scriva qualcosa. Sei stato mio dipendente per anni e anni e ora vuoi che io ti chieda qualcosa. Ma brucia tu con tutta la Lapponia, brutto barbuto panzone. Si tratta così il Re?! Ma dai, su. Ora che io racciunto quota 100 devo andare in pensione. E tu?! Da tutti i titoli a mio amico iberico?! Tu marciare male, molto male!

Crante Pabbo Natale. Io non chietdere niente l’anno scorso ma tu dato me grande cassetto di sabbia di deserto. Io ne crande, ne piccolo, ma ora volere tornei di tre su cincue, quello ti tue settimane in terra rossa. Crazie a tutto il tuo team.

Qualsiasi cosa io colpire io distruggere. Io non essere una macchina ma grande Madre Patria chiede mi di fare grande la mia amata terra di zar e distillatori di patate. Io andato vicino a Gniu Iorc, questo anno grande occasione me per fare grande cose. Tu dare me sordi, cattiveria mettere io.

Αυτό ήταν ένα σπουδαίο έτος για μένα, έγινα κληρονόμος του βασιλιά και κέρδισα το τουρνουά τουρνουά. Δεν ζητώ τίποτα, απλά δεν συγκρίνω με το παλιό, είμαι κάτι άλλο. Σας στέλνω αυτό το γράμμα με το ένα χέρι.

Che anno ti merta questo passato. Io chiesto poco, tu tato niente. Io crande testino no compinato nulla, tranne in Spizzera, terra di panchieri e cioccolato. Questo voglio sia anno di crande concrazione mia in tennis mondiale. Io più crande ti tutti.

Ah, Santa Klaus. Che stai a fa’? De stai a divertì? Però. ‘mazza che freddo a girà per monno! Gli’ha fai con quer panzone? Che te devo fa chiedeee? Famme vigne quarcosa de ‘mportante, quarcosa caaa gente se ricordi, che glieli resti ner core suo. OK? Mo scappo, che c’è sta traffico sur Raccordo.

Soy campeon del mundo! Gracias Papá Noel por este 2019. Me diste un gran regalo. Mi padre de allá habría sido feliz y tal vez fue él quien dirigió mi raqueta en Madrid. Gracias por todo, no quiero nada-

Merci le Père Noël. Je me fiche du tennis, mais je sais quoi faire avec Elina. Elle est avec moi, puis elle n’est pas avec moi, alors elle est avec moi. Elle aime le chocolat noir, mais … boh, quelque chose se transforme en chocolat au lait. Je vous demande de me choisir pour cette nouvelle année. Merci