Coppa Davis 2018: Semifinali. Massima incertezza in Francia e Croazia

Dopo il poculocidio di  Orlando si giocano le ultime semifinali della storia della Coppa Davis. Quest’anno propongono 2 tie molto incerti. Da un lato c’è Francia-Spagna e dall’altro Croazia-Stati Uniti.

Francia – Spagna

Orfani di Rafael Nadal che avrebbe dato quasi sicuramente la vittoria agli iberici, gli spagnoli si presentano sul cemento indoor di Lille con Carreno Busta e Bautista Agut. Una formazione rimaneggiata che deve fare a meno anche di David Ferrer, eroe che ha portato qui la sua Nazionale in un epico quarto di finale contro la Germania sul pantano di Valencia. La Francia si affida a Paire e Pouille che si trovano sullo stesso piano dei loro avversari. “Il doppio sarà decisivo” recita il mantra della morente competizione. Sarà così, per l’ennesima volta.

.

Croazia – Stati Uniti

I croati decidono di buttarla in caciara scegliendo la terra battuta come superficie di giuoco. I balcanici hanno sempre preferito il cemento per ovvi motivi, ma preferiscono giocare sulla superficie peggiore per gli avversari piuttosto che sulla più congeniale a loro per cercare di neutralizzare i vari Tiafoe e Johnson, poco avvezzi al clay, ammesso che Coric e Cilic lo siano. Anche qui il doppio sarà fondamentale. Non è da escludere però un facile sweep dei croati che partono favoriti in entrambi i rubber della prima giornata.