TML Review 2017: 4. Miami Open, Federer vs Kyrgios. Miami kitsch!

Posted on 13 dicembre 2017

 

Nel corso di una stagione maschile la maggior parte delle partite da ricordare si concentrano nei tornei dello Slam o nella Coppa Davis perché giocate al meglio dei  5 set e se proprio qualcuna va al set decisivo è molto probabile che sia stata una partita spettacolare. Capita, però, che ci siano partite con il formato ridotto in cui ci sono le stesse emozioni del 3 su 5 se non ti più. Stiamo parlando del caso Federer-Kyrgios giocata a Miami. La sfida tra i 2 era saltata ad Indian Wells causa virus intestinale di Nick e l’asterisco fu d’obbligo, qui a Miami invece l’australiano è in piena forma e dopo l’assurda doppia batosta a Nole molti sono pronti a scommettere su di lui, sempre con l’incognita sclero che lo accompagna da sempre.

1° set

Ad aprire il match è Federer. Il suo servizio in questo scorcio di 2017 è tornato quelli dei bei tempi e unito ai grandi progressi apportati da Ljubo si può parlare di un nuovo restyling dello svizzero, l’ennesimo della sua lunghissima carriera. Perde il primo punto per colpa di un rovescio messo fuori. Si riprende subito. E’ bravo nello scambio e chiude con i piedi dentro al campo. Nel mezzo ci sono anche 2 servizi vincenti e un dritto fuori di Kyrgios. 1 a 0 per lo svizzero.

Kyrgios non è preciso al servizio e ce ne renderemo subito conto. Però sarà la sua grande capacità di reagire, rara se non unica nel novero delle partite giocate in carriera. Parte male l’australiano. Prima c’è una stecca di rovescio rigorosamente bimane, poi c’è la magia con tanto di circoletto rosso: rovescio millimetrico vincente down the line di Rogé. Applauso. Siamo sullo 0-30, ma Nick si sveglia. A dire il vero il punto che fa girare il game è tutto di marca elvetica che mette i piedi dentro al campo e sbaglia uno schiaffo al volo facile. Il delinquente di Canberra si toglie l’armatura e comincia a fare sul serio. Ace a 125 mph e poi servizio vincente di seconda a 126 mph. Bomber. Però Federer non è malaccio in risposta e piazza una rispostissima vincente di rovescio incrociato. C’è anche un dritto inside out di Rogé che si procura così una palla break. Però non si concretizza perché il dritto di Federer scappa. Non si saranno altri punti svizzeri. Kyrgios entra con il rovescio e poi lo svizzero spedisce a rete il dritto. 1 a 1.

Facile 3° gioco per la tds 4. Sul suo servizio non si gioca. Il primo punto è una splendida seconda strategica dove si permette anche di chiudere a rete. Poi esagera un po’ nel punto successivo che va a Nick. ACE. Debole il dritto di Kyrgios che non può nulla contro la profondità dei colpi elvetici ed è costretto ad abbozzare.

Se il 3° gioco e stato easy il 4° è tutta un’altra musica. Parte malissimo la tds 12 che mette a segno il primo doppio fallo della partita. Non sarà l’ultimo. Rimedia con 2 servizi vincenti consecutivi, ma c’è poco da rilassarsi. Prima il rovescio dell’australopigreco non passa, rimedio immediato con chiusura a rete di dritto,  ma ancora errore di dritto. Federer diventa aggressivo e costringe all’errore l’avversario. Palla break subito cancellata però da un servizio vincente. Il nastro aiuta il 18 volte campione Slam che si ritrova nel mirino una palla facile da piazzare sotto forma di passante di rovescio lungolinea. Altra palla break. Kyrgios non concede nulla e annulla. Mette a segno un altro ACE, e si respira. Ancora bene Federer che piazza il rovescio vincente down the line. Sembra di vedere Wawrinka! Nick spinge come un dannato anche con la seconda. E’ velocissima e Roger neanche la vede anche se un pezzo di racchetta per recuperare la mette sempre. Nick ha ancora il tempo per un errore veniale, anche se è ininfluente perché 2 servizi vincenti consecutivi chiudono il game.

Federer è un treno. Servizio talmente perfetto che sembra quasi irreale. Nick tenta anche il drop per cercare di variare il gioco, ma non è efficace. C’è anche un tentatico di serve&volley, ma basta solo il serve per ottenere il punto. ACE in chiusura e 3 a 2 Rogé.

Finalmente si vede un game facile per il giocatore di Canberra. Sbaglia solo il secondo punto dove spara fuori il dritto fuori. Per il resto solo servizi vincente e anche un ACE come ciliegina sulla torta a 132 mph a chiudere. Bene così. 3 a 3.

7° gioco e inerzia della partita che si sposta. Federer all’improvviso perde la bussola. E’ un Roger che non c’entra niente con quello visto nei precedenti. Male il tentativo di drop nel primo punto, poi rovescio lungo e siamo sullo 0-30. Federer difende bene la rete, ma non basta perché dall’altra parte arriva un rovescio vincente fotonico. Prima palla break di Nick che però vuole strafare e azzardare una SABR, o forse sarebbe meglio chiamarla SABN, che però è pessima. C’è ancora un’altra palla break. Questa volta ferale e concretizzata con un Nick aggressivo che entra dentro al campo e costringe all’errore l’avversario. 4 a 3 Kyrgios.

L’australiano non tituba, anzi rilancia. Perfetto nel suo game di battuta. Il primo punto è un inno all’incoscienza: dritto a badilata che rimane in campo di pochissimo. C’è anche un errore per il servitore, ma non fa girare nulla. Federer è impacciato nella manovra e non riesce a incidere come vorrebbe. Ci pensano poi un servizio vincente a 139 mph e un ace con tanto di challenge inutile a chiudere il gioco per il 5-3 aussie.

Si lotta più del previsto nel 9° gioco. Game lunghissimo dove però non si vedono palle break. Ancora SABR (SABN) per Nick che questa volta va a segno. Federer si riprende  e smasha sul lob mal riuscito dell’avversario. Quando Kyrgios è profondo Roger non può giocare il suo rovescio e il punto del 30 pari è emblematico da questo punto di vista. C’è anche tempo per un servizio vincente per il 40-30. Però la palla successiva è out e a poco serve il challenge. Ci pensa Nick a non ammazzare un animale agonizzante come la tds 4. Il suo rovescio si spegne sul nastro. Anche Roger regala. Si va di nuovo in parità. Servizio che fa il buono e cattivo tempo. Buono: servizio vincente di seconda. Cattivo: doppio fallo. E’ ultimo andamento ondivago del punto di questo lungo game che si chiude con un errore australiano e un servizio vincente.

Nick serve per chiudere il set ed il choke è servito. Prima spara fuori il rovescio, poi grande Federer con piedi ben piantati dentro al campo per lo 0-30. ACE. 15-30. Kyrgios segue la palla a rete, ma sbaglia la volèe tagliata, getta la racchetta. Bordata di fischi per lui! Si innervosisce e commette doppio fallo su palla break. 5 pari ed equilibrio ritrovato.

Federer ne approfitta e scappa sul 6-5. C’è poco o nulla da dire sull’11° gioco. Grande Roger a scendere a rete a prendersi il punto. Servizi vincenti ed ace con condimento di un bellissimo dritto incrociato da dentro il campo vincente. 6-5.

Il canberriano ora è costretto a servire per rimanere per il set e per poco non ci lascia le penne. Se Nick tituba Federer parte alla garibaldina. E’ l’esempio del 1° punto con il campione degli Australian Open che scende a rete a chiudere con lo smash. Momentaneo 15 pari e poi nastro elvetico. 15-30. Federer vuole piazzare il colpo ferale, ma la palla è fuori di pochissimo. Bruttissima difesa di Nick e palla break che è anche un set point. L’australiano non ci sta e mette il NOS al suo servizio. ACE. ACE (137 mph). Servizio vincente. Si va al tiebreak.

Anticipazione: questo tiebreak farà storia. Batte Federer. Fuori il suo dritto inside-out. Minibreak. Servizio Nick. Dritto a rete e altro minibreak. Servizio e schiaffo al volo e 2 a 1 Australia. Facile servizio e dritto per la tds 4 che però poi commette un sacrilego doppio fallo. Nick non ne approfitta e si vede arrivare una rispostina vincente. 3 a 3. A Nick servono non 1, non 2, ma 3 badilate per chiudere il punto successivo. Finalmente non ci sono minibreak. Servizio vincente e poi episodio dubbio. Lahyani chiama un overrule live. Challenge di Nick, ha ragione l’umpire. Si ripete il punto che va a Federer che chiude con lo smash. L’australiano insiste sul rovescio di Roger e lo costringe l’errore. Questi si permette anche di piazzare il dritto inside-out per poi chiudere a rete. Primo set point. E’ sul servizio elvetico, ma non è ancora finita. Federer non è ferale e si fa scappare il rovescio. Minibreak e di nuovo parità. Ancora servizio e dritto Rogé e ancora set point. Nick annulla e poi si permette anche di non lasciare andare una doppia stop volley dell’avversario annullando la seconda uno schiaffo al volo vincente. 7 a 6 e set point australiano. Un nastro assassino non permette alla tds 17 di chiudere il set, ma Federer sbaglia di dritto e regala il suo set point. Pastrocchio per il delinquente di Canberra che dritto lascia l’iniziativa all’avversario che in campo aperto piazza il rovescio vincente. Apocalittico doppio fallo che manda Federer a servire per il set. Kyrgios manda fuori il rovescio. Primo set che va in Svizzera più per demeriti dell’avversario che meriti della tds 4.

 

 

Continua———->

Pagine: 1 2 3

Archivio

Clicca mi piace

Tennis is my life

Assign a menu in the Left Menu options.
Assign a menu in the Right Menu options.