TML Classic: Finale Roland Garros 2004, Gaudio-Coria, Cum Magno Gaudio!

Ci sono partite che segnano la carriera di un tennista. Ce ne sono altre che segnano la storia del tennis. Altre le segnano tutt’e 2. È la finale del Roland Garros 2004. A contendersi la Coppa dei Moschettieri sono 2 argentini: Gaston Gaudio e Guillermo Coria. Sono cresciuti nella stessa Nazione, ma si odiano a vicenda, e soprattutto sono 2 tennisti dallo spessore differente. Coria è il padrone della terra, ha vinto 31 partite consecutive dopo la sconfitta in semifinale del Roland Garros 2003 contro Martin Verkerk, con 5 titoli in bacheca. Ha perso solo da Federer ad Amburgo. È lui il King of The Clay del momento. Dall’altra parte c’è Gaston che ha vinto solo 2 torneini sul rosso ed è la grande sorpresa di questa edizione dello Slam parigino. Si preannuncia un massacro, e le prime battute sembrano confermare questa previsione. Ma, al destino, si sa, non manca il senso dell’umorismo.

1° set

La festa tutta albiceleste ha richiamato tutti i migliori pallacordari argentini e non poteva mancare il migliore di tutti, Guillermo Vilas, presente sempre sullo Chathier, figuriamoci in questa occasione. Si dice che abbia aiutato Coria da bambino. Un ragazzo della bassa borghesia che non poteva permettersi le lezioni in uno dei 180 circoli di Buenos Aires. Vilas lo fece entrare lo stesso. I risultati si sono visti. Il Poeta tifa per il suo omonimo, ma il pubblico è sempre per l’underdog (ancora Federer era lontano da essere l’idolo dei parigini).

Parte Gaudio al servizio. Coria mette il passante lungolinea in corsa. 0-15. Dritto inside in di Gaudio, Coria ci arriva ma manda a rete. 15 pari. Scappa il dritto liftato di Gaudio che va in corridoio. Tentativo di stop-volley fallita di Gaston e 15-40. Già ci sono 2 palle break. Nella prima il numero 44 del mondo si salva con un servizio vincente, poi mette fuori il dritto inside out. Break in apertura.

Parte male Coria nel secondo game. Prima mette il dritto a rete. Poi grande difesa di Gaudio e 0-30. Guillermo si riprende subito. È splendido il lungolinea di rovescio. C’è un servizio vincente per il 30 pari. Grande sbaglio di Gaudio che sotterra il rovescio lungolinea. Ancora errore di Gaston e 2 a 0.

Qui la situazione precipita. Vincente di dritto da fondo di Coria. Doppio fallo e 0-30. Rovescio sparacchiato da Gaudio. 0-40 e 3 palle break. Errore di dritto che si infrange sulla rete. 3 a 0 pesante.

Coria è arrembante e il più forte in campo. Non ci sono dubbi. Guillermo vince il cheek-to-cheek a rete che lo porta a 15-0. Volèe pessima di Gaudio e 30-0. Coria sbaglia dopo essersi costruito bene il punto- 30-15. Bene il numero 44 del mondo che viene a rete a chiudere il punto per il 30 pari. Il numero 3 però preme il gas e se ne va: servizio vincente. Scappa il rovescio a El Gato. 4 a 0.

Il 5° game è molto combattuto. Rovescio di Coria che va lungo: 15-0. Altro errore di Guillermo che non centra il rovescio in salto. Alza la traiettoria El Mago, ma non è fortunato. 40-0. Ancora non è finita. Grande risposta di Guillermo che muore suoi piedi dell’avversario. Errore di dritto di Gaston e siamo 40-30. Poca pazienza di Gaudio che manda lungo il rovescio, si va ai vantaggi. Palla corta pessima del numero 44, Coria ci arriva e difende bene la rete. Palla break. Gaudio attacca e si prende il punto. Parità. Rovescio strepitoso di Guillermo e altra palla break. C’è uno smash pericolosissimo, ma per fortuna rimane in campo. Ancora parità. Volèe in allunga del numero 3 e 3a palla break. Gaudio manda tutto alle ortiche commettendo doppio fallo. 5 a 0.

Coria non spreca l’occasione di chiudere. Lungo il dritto di Gaudio che non ci crede e lascia il set. Stecca di dritto il controbalzo per Gaston. 30-0. ACE e 3 set point. Si chiude con l’ennesimo errore del Gato che manda alle ortiche il rovescio. 6-0 in 24 minuti. Il Roland Garros ha un solo padrone (per ora).

Continua—————————————->